Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » temi » Pianificazione territoriale » Apea

AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE

L’art.A-14 della L.R. n. 20/2000 prevede, per le aree produttive che si caratterizzano come aree ecologicamente attrezzate, l’adozione di particolari accorgimenti infrastrutturali e gestionali in un sistema unitario e di qualità, al fine di garantire elevate prestazioni ambientali relativamente ai seguenti settori:
- salubrità e igiene dei luoghi di lavoro;
- prevenzione e riduzione dell’inquinamento dell’aria,  - smaltimento e recupero dei rifiuti;
- trattamento delle acque reflue;
- contenimento del consumo dell’energia e al suo utilizzo efficace;
- prevenzione, controllo e gestione dei rischi di incidenti rilevanti;
- adeguata e razionale accessibilità delle persone e delle merci.
Le aree ecologicamente attrezzate devono inoltre prevedere nuovi modelli organizzativi e nuove modalità di interazione delle imprese con la pubblica amministrazione creando, in forte sinergia con gli Sportelli Unici per le attività produttive, un ambiente normativo ed amministrativo favorevole e semplificato all’attività d’impresa.


APEA di Fora di Cavola: l'assemblea delle imprese ha individuato i soggetti gestori
Un importante passo avanti nella realizzazione di Aree produttive Ecologicamente Attrezzate in provincia di Reggio Emilia è stato compiuto a Fora di Cavola, in Comune di Toano, ove si è svolto un incontro tra enti locali, Provincia, Comune di Toano e Comunità Montana ed imprese della zona industriale destinata, secondo le previsioni del PTCP, a divenire un'area industriale con standard elevati di qualità ecologico-ambientale, modello insediativo ed organizzativo di riferimento per il territorio montano.

L'APEA di Fora di Cavola rientra tra le aree produttive oggetto di finanziamenti regionali per interventi di infrastrutturazione energetica e promozione delle fonti rinnovabili.

L'assemblea è stata convocata al fine di presentare alle imprese insediate ed ai proprietari delle aree libere le candidature allo svolgimento del ruolo del Soggetto Gestore da parte di due soggetti, già operativi nel territorio montano nell'area del facility management, dei servizi alle imprese e nell'allestimento delle zone industriali, quali il consorzio Koinos di CNA ed il consorzio CAMAR.  I due soggetti hanno espresso la volontà di collaborare nella costituzione di un unico Soggetto Gestore e su tale proposta hanno ottenuto il mandato delle imprese interessate.

Proprietà dell'articolo
modificato: giovedì 20 ottobre 2011