Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Variazioni e aggiornamenti schedario viticolo

La gestione e il controllo del potenziale viticolo da parte delle Province prevede anche l’inventario delle superfici vitate impiantate attraverso lo schedario viticolo.

Pertanto è fatto obbligo a ciascun conduttore di:

a) effettuare la dichiarazione delle superfici vitate in conduzione (insieme dei terreni in cui ricadono i vigneti e la loro superfici) per la definizione del potenziale viticolo aziendale.

Tali superfici possono essere idonee alla produzione di vini a denominazione di origine o a vini ad indicazione geografica tipica.

b) mantenere aggiornata la dichiarazione del proprio potenziale viticolo aziendale;

c) notificare qualsiasi variazione al potenziale viticolo dell’azienda.

Definizione di superficie vitata: ai sensi del DM 26 luglio 2000, per superficie vitata s'intende quella all'interno del sesto d'impianto (da filare a filare e da vite a vite) aumentata, nelle fasce laterali e nelle testate, della superficie realmente esistente al servizio del vigneto.

Tempistica e sanzioni per violazione delle norme sul potenziale viticolo. Estratto di Legge Regionale 4 novembre 2009, n. 16 Art. 8

E' fatto obbligo a ciascun conduttore di:

a) effettuare, entro sessanta giorni dalla fine della campagna in cui ha preso in conduzione le superfici vitate, la dichiarazione delle stesse per la definizione del potenziale vincolo aziendale;

b) comunicare qualsiasi variazione al potenziale vincolo dell'azienda, aggiornando la relativa dichiarazione entro sessanta giorni dal termine della campagna viticola nella quale le variazioni sono avvenute.

E' soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria di 500,00 euro per ogni ettaro di superficie non dichiarata, con un minimo pari a 200,00 euro, il produttore che non effettua o effettua in maniera incompleta la dichiarazione le superfici vitate di cui al comma 1, lettera b).

E' soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria di 200,00 euro il produttore che non rispetta l'obbligo di cui comma 1, lettera b).

Per informazioni: Persone di riferimento

Scheda pratica per "Variazioni e aggiornamenti schedario viticolo"
Proprietà dell'articolo
modificato: lunedì 23 settembre 2013