Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

GOVERNO DEL TERRITORIO: Le funzioni della Provincia

Il D.Lgs. n. 267\00 (Testo unico sull’ordinamento degli Enti Locali), attribuisce alla Provincia funzioni amministrative (art. 19) e compiti di programmazione (art. 20).

 

- Per quanto riguarda le funzioni amministrative, vengono attribuite alla Provincia precise competenze di interesse sovracomunale, non necessariamente coincidenti con l'intero territorio provinciale:

a) difesa del suolo, tutela e valorizzazione dell'ambiente e prevenzione delle calamità;

b) tutela e valorizzazione delle risorse idriche ed energetiche;

c) valorizzazione dei beni culturali;

d) viabilità e trasporti;

e) protezione della flora e della fauna parchi e riserve naturali;

f) caccia e pesca nelle acque interne;

g) organizzazione dello smaltimento dei rifiuti a livello provinciale, rilevamento, disciplina e

controllo degli scarichi delle acque e delle emissioni atmosferiche e sonore;

h) servizi sanitari, di igiene e profilassi pubblica, attribuiti dalla legislazione statale e regionale;

i) compiti connessi alla istruzione secondaria di secondo grado ed artistica ed alla formazione

professionale, compresa l'edilizia scolastica, attribuiti dalla legislazione statale e regionale;

l) raccolta ed elaborazione dati, assistenza tecnico-amministrativa agli enti locali.

 

- Per quanto riguarda i compiti di programmazione, la Provincia deve, da un lato svolgere un'azione di coordinamento tra le proposte delle amministrazioni comunali e le scelte di pianificazione regionale e, dall'altro, predisporre propri programmi pluriennali, nonché il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (P.T.C.P.).

 

PTCP

E’ il principale strumento pianificatorio provinciale, definisce l'assetto del territorio, è sede di raccordo e verifica delle politiche settoriali e strumento di indirizzo e coordinamento per la pianificazione urbanistica comunale. Il PTCP è strumento complesso, che taglia trasversalmente ambiti tematici e profili territoriali, propone azioni integrate che interessano molteplici campi dell'agire individuale e collettivo. Per tale motivo, la costruzione del PTCP è coerente pure con altri obiettivi strategici che la Provincia  si è data: innovazione, cultura del cambiamento, promozione della ricerca, memoria ed indentità. Il Consiglio provinciale ha approvato il nuovo PTCP con Del. n. 124 del 17/06/2010. Il Piano è entrato in vigore il 4 agosto 2010 a segiuito della pubblicazione su BUR.

 

VARIANTI E PIANI SETTORIALI

Le funzioni della Provincia sono state progressivamente ampliate e precisate dal legislatore regionale. Tale aumento di funzioni si traduce spesso nell’adozione, da parte della Provincia, di piani settoriali e varianti specifiche al PTCP. Si tratta di strumenti di pianificazione che agiscono su temi specifici; essi devono integrarsi, coordinarsi e raccordarsi tra loro e con lo strumento generale (PTCP). Le varianti si considerano parte integrante del PTCP, mentre i piani settoriali hanno dignità propria.

 
I programmi riguardano luoghi ben circoscritti piuttosto che temi, sono strumenti a carattere operativo e, nella maggior parte dei casi, coinvolgono sia finanziamenti pubblici che investimenti privati.
 
 
Proprietà dell'articolo
modificato: martedì 15 marzo 2011