Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » temi » Cultura e Paesaggio » Parchi e Paesaggio

Sentieri

rete escursionistica della Provincia di Reggio Emilia
Carte escursionistiche CAI
Carte escursionistiche CAI
Copertine delle mappe acquistabili in vari punti vendita

La rete sentieristica della Provincia di Reggio Emilia è molto estesa (oltre 900 km) e permette di percorrere e apprezzare zone di elevato pregio ambientale, con importanti emergenze storico-culturali.

La rete principale, che si sviluppa nella zona montana e collinare, è costitutia dai sentieri C.A.I., che nella parte reggiana sono contrassegnati da un numero dispari a tre cifre che inizia con 6, ad esempio n.615, mentre i numeri pari si trovano sul versante toscano.

Sono inoltre presenti 3 itinerari tematici che propongono l'attraversamento in più tappe di tutta la collina e la montagna:

  • il sentiero dei Ducati, che si snoda nella Val d'Enza da Quattro Castella fino al Lagastrello (di circa 90 km); l'itinerario trae origine dagli antichi confini ducali che fino al 1848 dividevano borgate e vallate tra loro adiacenti.            
               
  • il sentiero Matilde (di circa 80 km.) che ripercorre i luoghi della Gran Contessa da Canossa fino a S. Pellegrino in Alpe sul crinale Tosco-emiliano;

  • il sentiero Spallanzani (di circa 100 km), che ripercorre i luoghi visitati e descritti dal celebre scienziato scandianese del 1700, e che da Scandiano (luogo di nascita del naturalista) conduce a San Pellegrino in Alpe.

La Provincia provvede alla manutenzione periodica dei sentieri Matilde e Ducati; altri Enti, come il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano, la  Comunità Montana dell'Appennino Reggiano e i Comuni si occupano della restante parte. Per tutta la rete la cura della segnaletica è affidata al C.A.I.

ATTENZIONE: Il sentiero dei Ducati e la variante del Sentiero Matilde all'ingresso di Riverzana sono interrotti da un cantiere; si suggerisce di seguire le indicazioni per una variante predisposta dal CAI ( visibile qui di seguito), che bypassa l'abitato.

Suggerimento variante Sentiero dei Ducati e Sentiero Matilde (CAI)
 
Proprietà dell'articolo
modificato: mercoledì 7 aprile 2010