Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Manutenzione strade

La manutenzione delle strade e dei manufatti sull'intero sistema delle strade provinciali del nostro territorio è un impegno complesso e articolato. Per maggiore efficienza organizzativa il territorio è diviso nella competenza di due Unità Operative: Manutenzione Strade Nord, che interviene in pianura, e Manutenzione Strade Sud, che opera nella fascia collinare e montana. Queste unità sono composte da personale tecnico che dirige e coordina gli interventi, sorveglianti stradali con il compito di vigilare sui tratti di strada a loro assegnati e squadre di operai stradali che hanno il compito di attuare interventi urgenti e anche di manutenzione ordinaria, per cui ci si avvale di ditte specializzate.

L'attività dei reparti di manutenzione si rivolge principalmente alla vigilanza e al controllo dello stato delle strade e delle problematiche che possono verificarsi. Si realizzano interventi di riasfaltatura o risistemazione del manto stradale e le sostituzioni dei guard-rail, si effettua lo sfalcio dell'erba sul ciglio stradale, la potatura della vegetazione sui lati della strada, la pulizia e conservazione delle canalette e dei sistemi di scolo delle acque. Durante la stagione invernale diventa operativo il servizio neve.

La manutenzione della segnaletica stradale è un impegno costante per i reparti di manutenzione. La segnaletica verticale e orizzontale, come anche i segnali luminosi, gli attraversamenti e le attrezzature complementari richiedono periodicamente interventi per ripristinarne l'efficacia: si pensi ad esempio agli spostamenti della segnaletica verticale o alle modifiche della segnaletica orizzontale in caso di lavori temporanei.

La manutenzione straordinaria, invece, viene eseguita nei casi di criticità dovuti a condizioni meteo particolarmente gravi o a dissesti. È il caso delle numerose frane che colpiscono l'Appennino e che richiedono di volta in volta lavori adeguati al tipo di dissesto: ad esempio consolidamento del movimento franoso e del tratto stradale, posa di reti paramassi o di gabbionate, interventi e strutture per il contenimento, ripristino di scarpate e muri di sostegno, ripristino del corpo stradale e della carreggiata soprastante e ogni altra operazione necessaria a rispondere adeguatamente al tipo di dissesto creatosi.

Di grande rilevanza sono, inoltre, i lavori di manutenzione che vengono svolti sui numerosi ponti nelle strade provinciali e che sono soggetti ai comuni fenomeni di logoramento dovuti al trascorrere del tempo ed anche ai fenomeni di erosione dei corsi d'acqua che attraversano e che necessitano di consolidamenti o ripristini delle condizioni ottimali per la fruizione. Questi manufatti sono importanti perché in molti casi riducono di molto i tempi e le percorrenze di collegamento fra i centri abitati e le altre località, soprattutto in montagna.

La gestione della viabilità provinciale avviene anche attraverso un continuo scambio di informazione interna, la collaborazione con i vigili provinciali, le ricognizioni finalizzate anche alla messa a sistema delle risorse economiche sfruttando tutti i possibili canali di finanziamento (Regione, Provincia, eventi meteo avversi, Protezione Civile).

Infine, la Provincia lavora per implementare i raccordi con Università ed altri Enti per lo studio, la sperimentazione e l’introduzione di soluzioni innovative nel processo manutentivo, con attività finalizzate ad una maggiore durabilità e sicurezza delle infrastrutture.

 

ProprietÓ dell'articolo
modificato: mercoledý 16 aprile 2014