Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Educazione alla Pace

Aquilone Pace
Aquilone Pace
La Regione Emilia-Romagna ha emanato la legge regionale n. 12/2002 che detta disposizioni su "Interventi regionali per la cooperazione con i Paesi in via di sviluppo ed i Paesi in via di transizione, la solidarietà internazionale e la promozione di una cultura di pace". L’art. 12 della stessa legge indica in modo specifico nelle provincie coloro che devono avere funzioni di coordinamento sul territorio fra i soggetti della cooperazione decentrata.

Il Consiglio regionale ha quindi approvato il documento di indirizzo programmatico valevole per il triennio 2006 - 2008 per la cooperazione con i Paesi in via di sviluppo ed in via di transizione, che contiene:
  1. gli obiettivi da conseguire nell'ambito del triennio di riferimento;
  2. i criteri per l'individuazione dei soggetti con cui la Regione opera in collaborazione per l'attuazione della legge regionale più volte citata;
  3. le forme di monitoraggio e di valutazione dei progetti in corso d'opera o realizzati;
  4. le forme di coordinamento delle politiche regionali nei confronti dei Paesi in via di sviluppo e dei Paesi in via di transizione, anche mediante appositi programmi integrati d'area da realizzarsi in Paesi esteri.

Il documento prevede che le Province presentino entro il 31 marzo di ciascun anno un programma annuale che dovrà riguardare la realizzazione di iniziative culturali, di ricerca, educazione, informazione e formazione che tendano a sensibilizzare la comunità, con particolare riguardo ai giovani, sui valori della pace e dell'interculturalità, della solidarietà tra i popoli e della tutela dei diritti umani. La Regione Emilia-Romagna può dare un finanziamento per questo programma pari al 50% delle spese.

Per questa ragione dal 2004 la Provincia di Reggio Emilia lavora con i comuni e le associazioni del territorio per la realizzazione del Programma provinciale di educazione alla pace. Ogni anno viene scelto un tema che caratterizza tutte le iniziative.  Il lavoro svolto ha portato alla identificazione di un soggetto, il Tavolo provinciale per la pace, che svolge un importante ruolo di coordinamento. La promozione del cartellone di iniziative è caratterizzata dalla presenza del logo del tavolo, oltrechè da quello della "Pace e diritti umani" della Regione.

In allegato i programmi di Educazione alla Pace 2005, 2006, 2007 e 2008 con tutti i singoli progetti e iniziative finanziate.

Proprietà dell'articolo
modificato: mercoledì 14 ottobre 2009