Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » temi » Ambiente » Valutazione Impatto Ambientale
Differenze tra le procedure e modulistica

La procedura di Screening e la procedura di V.I.A.

Campi di applicazione, dimensione degli impatti, tipologia di opere
Reti a maglia larga e fina
Reti a maglia larga e fina
Le procedure di Verifica di assoggettabilità alla valutazione d'impatto ambientale (comunemente denominata "Screening") e di Valutazione d'impatto ambientale (abbreviato in "V.I.A.") sono disciplinate dal D.Lgs. 152/06 parte II e dalla L.R. 9/99.
La procedura di Screening viene effettuata considerando:
· progetto preliminare;
· relazione relativa alla individuazione e valutazione degli impatti
  ambientali  del 
progetto;
· relazione sulla conformita’ del progetto alle previsioni in materia
  urbanistica, 
ambientale e paesaggistica.
La procedura è volta a definire se il progetto presentato possa avere un impatto ambientale significativo, e pertanto debba essere assoggettato alla ulteriore procedura di V.I.A., o meno.
Puo’ avere uno dei seguenti esiti:
· verifica positiva ed esclusione del progetto dalla ulteriore procedura di 
  V.I.A, con eventuali prescrizioni per la mitigazione degli impatti e per il
  monitoraggio nel tempo;
· assoggettamento del progetto alla ulteriore procedura di V.I.A.
 
La procedura di V.I.A. è una modalità di valutazione più approfondita rispetto allo screening.
Il Proponente deve presentare:
· progetto definitivo dell'intervento;
· Studio di Impatto Ambientale (SIA).
L'Autorità competente si esprime sulla base dell'esito dei  lavori di una apposita Conferenza di Servizi convocata al fine di esaminare  il progetto ed il SIA.
La V.I.A. positiva per i progetti relativi alle attività produttive comprende e sostituisce tutte le autorizzazioni e gli atti di assenso comunque denominati in materia di tutela ambientale e paesaggistico-territoriale, di competenza della Regione, della Provincia, del Comune e dell'Ente di Gestione di Area Naturale Protetta Regionale. La valutazione di impatto ambientale positiva per i progetti di opere pubbliche o di interesse pubblico comprende e sostituisce tutte le intese, le concessioni, le autorizzazioni, le licenze, i pareri, i nulla osta, gli assensi comunque denominati, necessari per la realizzazione del progetto in base alla vigente normativa. La V.I.A. positiva, deliberata dall'autorità competente, obbliga il proponente a conformare il progetto alle eventuali prescrizioni in essa contenute per la realizzazione ed il monitoraggio nel tempo dell'intervento.
La V.I.A. negativa preclude la realizzazione dell'intervento o dell'opera.
 
Da questa pagina è possibile scaricare la modulistica per richiedere l'attivazione delle procedure di Screening e V.I.A. di competenza provinciale.
 
Scheda pratica per "La procedura di Screening e la procedura di V.I.A."
Note Referente provinciale: Giovanni Ferrari
Recapito telefonico: 0522444249
Proprietà dell'articolo
autore: A.Modesti, A.Treville, G.Ferrari, L.Bonisoli
modificato: venerdì 16 settembre 2011