Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
I principali fenomeni in 30 secondi

Curiosita' e principali Link per avere il tempo a portata di un click

CARATTERISTICHE GENERALI: 
 •Inverno: Marcata differenza tra nord e sud anche se l'altitutine tende a svolgere un roulo dominante.
La costa Tirrenica è più temperata di quella Adriatica.
  •Estate: Le differenze nord-sud ed est-ovest tendono a scomparire con l'eccezione delle località poste ad una certa altitudine. 
 Medie di Gennaio per zone: 
 •Alpi: tra -4 e 0 tranne che nella parte marittima dove sono comprese tra 0 e 6 gradi.
•Costa Tirrenica: tra 6 e 10 gradi.
•Costa Adriatica: tra 4 e 10 gradi.
•Pianura Padana: tra 0 e 4 gradi.
•Appennini: tra 0 e 6 gradi.
•Isole: tra 4 e 10 gradi. 
 PRECIPITAZIONI:
A causa delle diversità topografiche le precipitazioni sono distribuite in modo molto irregolare, sia da regione a regione, sia da stagione a stagione.
Piogge: 
 In inverno la maggior parte delle piogge avvengono sul lato occidentale della penisola, in particolare inToscana, Liguria ed in Calabria.
Al contrario in estate la zona più piovosa sono le Alpi, mentre sulle regioni meridionali e sulle isole le piogge sono scarsissime (causando talvolta vere e proprie emergenze idriche).
Per curiosità sappiate che le zone più piovose in assoluto sono le Alpi Orintali e l'Appennino Modenese, che detengono veri e propri record pluviometrici. 
 TEMPERATURE
 Le caratteristiche oro-geografiche della penisola italiana generano una notevole diversità nelle temperature delle varie zone, ciò che occorre maggiormente considerare per capire l'andamento delle temperature sono l'influenza del mare e della presenza di montagne o colline (la latitudine svolge un ruolo secondario nonostante i quasi 11 gradi di estensione N-S della penisola). 
 Medie di Luglio per zone: 
 •Alpi: tra 12 e 22 gradi, più freddo il lato nord-orientale.
 •Costa Tirrenica: tra 22 e 26 gradi. 
 •Costa Adriatica: tra 22 e 26 gradi. 
 •Pianura Padana:  tra 22 e 24 gradi. 
 •Appennini:       tra 18 e 22 gradi. 
 •Isole: tra 22 e 28 gradi, più fredda la Sardegna.
 VENTO: 
 •Alpi: varie direzioni secondo l'orientamento delle valli e le stagioni.
 •Pianura Padana: raro di direzione occidentale od orientale a seconda che sia inverno od estate.
 •Costa Tirrenica: occidentale o meridionale. 
 •Costa Adriatica: settentrionale (Tramontana) o nord-orientale (Bora) in inverno, occidentale o meridionale in estate.
 •Isole: occidentale o meridionale. 
 NEBBIA: 
 È uno dei maggiori fenomeni della Pianura Padana dove è presente in primavera, autunno ed inverno, in particolare in quest'ultima stagione può perdurare anche per più giorni. La notte ed il mattino può essere sporadicamente presente anche sulle coste tirrenica ed adriatica durante la primavera e l'autunno.
Statisticamente la zona più nebbiosa è il triangolo Piacenza-Padova-Bologna specie durante il mese di gennaio.
 NEVE:
 La possibilità di incontrarla aumenta con l'altitudine e la distanza dal mare, la sua stagione è ovviamente l'inverno anche se si verificano nevicate sporadiche persino alla fine dell'estate (sulle Alpi!!).
Le zone privilegiate sono le Alpi e l'Appennino settentrionale e centrale, la costa tirrenica è invece la zona a minore probabilità (nevicate in città tipo Pisa e Roma si ricordano da un decennio all'altro). 
 TEMPORALI:
•Inverno: Regioni tirreniche e ioniche, stretto di Messina.
•Primavera: Pianura padana, Liguria, Toscana, Lazio.
•Estate: Zone alpine ed appenniniche.
•Autunno: Veneto, regioni meridionali.  
Proprietà dell'articolo
modificato: lunedì 11 dicembre 2006