Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Studenti stranieri

La modalità che caratterizza trasversalmente i diversi ambiti di intervento della Provincia sul tema degli stranieri è l'accoglienza.
L'accoglienza, quindi, è un punto di partenza imprescindibile per l'attuazione di un progetto di integrazione che non si configuri solo in termini emergenziali e contingenti, ma si caratterizzi secondo un modello di intervento basato su dialogo interculturale ed intergenerazionale.
 
L'accoglienza è un concetto plurale che si declina secondo tre dimensioni, integrate e sovrapposte tra di loro, che danno senso e contenuto al termine:
  • fase temporale (il momento del primo arrivo, dello scambio reciproco di rappresentazioni tra chi arriva e chi c'è già. La scuola ha un ruolo fondamentale in quanto deve alfabetizzare e mettere tutti in condizione di creare relazioni)
  • fase di atteggiamento/relazione (lo sviluppo dell'apertura all'altro, dell'ascolto, della comprensione. La scuola, come agenzia di socializzazione primaria, è snodo centrale delle relazioni)
  • fase "dispositivi e risorse" (quelle previste e determinate dal paese di immigrazione, quelle a disposizione della società civile e, in particolare, dell'ambito scolastico)
Gli obiettivi principali emersi sono quelli relativi a:
  • integrazione scolastica e formativa degli alunni stranieri, al fine di garantire l'autonomia, l'inserimento sociale e professionale e la partecipazione alla vita della comunità
  • integrazione interculturale, che eviti un esito assimilazionista, ricercando invece la formazione di una nuova appartenenza culturale plurale e consapevole
Gli ambiti progettuali nei quali le scuole (sia in forma singola, che attraverso reti di scuole) si sono maggiormente attivate riguardano:
  • l'alfabetizzazione della lingua italiana per comunicare attraverso azioni interistituzionali che hanno coinvolto diverse scuole e valorizzato l'attività dei Centri territoriali permanenti
  • l'alfabetizzazione della lingua italiana per studiare attraverso laboratori linguistici, attività di mentoring e tutoring
  • l'approccio geostorico / integrazione interculturale e inclusione sociale per giovani adulti attraverso riflessioni tematiche (su territorialità, identità, appartenenza, accoglienza) volte a ripristinare, con una prassi interculturale, una memoria plurale del territorio
A partire dal quadro di riferimento che si può desumere dalle progettazioni approvate sui piani provinciali degli interventi e progetti volti a garantire e migliorare la qualità dell'offerta formativa, si può affrontare la tematica dell'integrazione degli alunni stranieri nel sistema educativo
  • sia dal punto di vista di diversi approcci: approccio linguistico, approccio di genere, approccio artistico, approccio geostorico
  • sia valorizzando i diversi attori del sistema di integrazione: centro risorse Prometeo,  i centri territoriali permanenti (CTP), la formazione professionale, ecc.
Il target per il quale, nel corso degli anni scolastici presi in esame, si sono programmati interventi nelle scuole secondarie di secondo grado è costituito prevalentemente da studenti di età compresa tra 15 - 19 anni.
Pur essendo consapevoli dei rischi di semplificazione indotti dall'eccessiva categorizzazione, dall'analisi dei progetti e delle richerche svolte, si sono individuate tre tipologie di alunni-adolescenti stranieri:
  • regolari, nati a Reggio Emilia, di "seconda generazione", con un percorso scolastico praticamente completo, non ancora cittadini italiani perché figli di stranieri
  • regolari "dimezzati", con alle spalle una frequenza solo parziale della scuola italiana (target privilegiato delle azioni dei singoli istituti)
  • neo arrivati "catapultati", adolescenti appena giunti a Reggio che si iscrivono direttamente alla Scuola Media Superiore ma necessitano in pratica di una nuova alfabetizzazione

Attività rivolte agli studenti stranieri

  • realizzazione di progetti di accoglienza orientativa e di alfabetizzazione linguistica rivolti a studenti stranieri nelle scuole secondarie di secondo grado in rete
  • pubblicazione della guida multilingue di orientamento alla scelta delle scuole secondarie di secondo grado
  • sviluppo di didattiche innovative in collaborazione con soggetti del territorio
  • modalità di lavoro concordate tra Provincia, Comuni e scuole per attività informativa rivolta ai cittadini, nell'ambito delle attività del Centro "Prometeo"
ProprietÓ dell'articolo
modificato: giovedý 14 luglio 2011