Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home ente Risparmi

Risparmi

News

Risparmi

Dal dopoguerra, a Reggio Emilia come nel resto dell'Emilia Romagna, le province sono state enti che hanno agito per promuovere benessere nell'ambito di un sistema locale. Esse hanno determinato investimenti e garantito servizi, spesso con i comuni, senza generare sacche di assistenzialismo o sprechi. Così a Reggio Emilia la Provincia non ha mai avuto squilibri finanziari o dissesti.

Tuttavia in particolare dal 2004 essa ha agito con grande determinazione per ridurre la spesa corrente, spingendo invece molto sugli investimenti, i quali hanno generato anche posti di lavoro.

La decisione è stata presa dai vertici dell'ente per favorire la riduzione della spesa pubblica ancor prima che ciò divenisse corrente azione di governo nazionale.

E' forse anche per questo motivo che ancora oggi a Reggio Emilia la Provincia continua ad investire e, nonostante gli enormi tagli, continua ad avere i conti in pareggio.

Riduzione della spesa per incarichi e consulenze, diminuzione del numero dei dirigenti, tagli ai costi della politica: negli ultimi 10 anni la Provincia di Reggio Emilia ha agito con grande determinazione, al tempo stesso ha risparmiato ottenendo qualità dei servizi ed efficienza dell'ente, favorendo, per la propria parte, il contenimento della spesa pubblica.

Dal 2005 al 2013 la diminuzione di consulenze e incarichi ha portato l'ente a risparmiare oltre 3 milioni di euro. Attualmente la Provincia di Reggio Emilia presenta uno dei risparmi (oltre 2,5 milioni di euro) più significativi in materia di costi del personale.

Il numero degli assessori è calato da 11 a 7 con un risparmio complessivo di 1 milione di euro. I dirigenti sono passati da 28 a 7 (oltre 3 esperti) con una riduzione della spesa di quasi un 1 milione e mezzo di euro.