Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » ente » Bandi e appalti » appalti

LAVORI DI MODIFICA DELL'INCROCIO SITO TRA LA S.S. N. 467 E LA S.P. N. 51 RUBIERA-S.ANTONINO MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI UNA ROTATORIA E DI ILLUMINAZIONE DEGLI SVINCOLI DELLA S.P. N. 51 CON VIA TURATI ALL'INNESTO CON LA PEDEMONTANA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
Corso Garibaldi, n. 59 - 42100 Reggio Emilia
Tel. Sede Centrale 0522 459111 - fax 0522 451676
Tel. U.O. Appalti e Contratti 0522 459304 - fax 0522 451714
BANDO DI GARA
DE/cr
Prot. n. 77604/16071
La Provincia di Reggio Emilia intende appaltare i lavori di modifica
dell'incrocio sito tra la S.S. n. 467 e la S.P. n. 51 Rubiera-S.Antonino
mediante la realizzazione di una rotatoria e di illuminazione degli
svincoli della S.P. n. 51 con Via Turati all'innesto con la Pedemontana.
Importo a base d'asta di € 94.044,49 nette - L. 182.095.530 (di cui €
1.549,37 - L. 3.000.000 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti a
ribasso ai sensi dell'art. 31, comma 2, della Legge 11 febbraio 1994, n.
109).
Luogo di esecuzione dei lavori: incrocio sito tra la S.S. n. 467 e la S.P.
n. 51 Rubiera-S.Antonino e svincoli della S.P. n. 51 con Via Turati
all'innesto con la Pedemontana (Comune di Casalgrande - RE).
1. Metodo di gara: pubblico incanto ai sensi dell'art. 21 della Legge
11.2.94, n.109: contratto parte a corpo e parte a misura e aggiudicazione
con il criterio del prezzo più basso determinato mediante offerta a prezzi
unitari.
Si procederà all'esclusione automatica delle offerte anomale, con il
metodo di cui all'art. 21, comma 1 bis, della Legge 11.2.1994, n. 109. Non
saranno ammesse le offerte in aumento rispetto al prezzo a base d'asta e
le offerte in variante.
2. Categoria opere generali: Categoria prevalente OG3 - € 94.044,49 netti.
3. Finanziamento e pagamenti: i lavori sono finanziati in parte con
emissione di prestito obbligazionario e in parte con contributo del Comune
di Casalgrande e i pagamenti saranno disposti in base a S.A.L. ogni
qualvolta il credito dell'impresa raggiunga un importo non inferiore al
50% dell'importo contrattuale.
4. Responsabile del procedimento: Dott. Ing. Francesco Capuano - tel. 0522
459314.
5. Termine di esecuzione dei lavori: 45 giorni naturali e consecutivi,
decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori.
6. Elaborati tecnici: sono visibili presso il Servizio Progettazione
Strade (Via Guido da Castello, n. 13 - tel. 0522 459485) tutte le mattine
dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00, previa intesa
telefonica. Detti elaborati sono stati depositati presso la copisteria
DUEMME - Viale Risorgimento n. 13 - Reggio Emilia (tel. 0522/541226) cui
codesta Ditta potrà rivolgersi per ottenerne copia a proprie spese, alle
condizioni di cui al successivo punto 12.
7. Soggetti ammessi alla gara: concorrenti di cui all'art. 10, comma 1,
della L. n. 109/94, costituiti da imprese singole o imprese riunite o
consorziate, ai sensi degli artt. 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R. n.
554/99, ovvero da Imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi
dell'art. 13, comma 5, della L. n. 109/94, nonchè concorrenti con sede in
altri Stati membri dell'U. E. di cui all'art. 3, comma 7, del D.P.R. 34/00.
8. Condizioni minime di carattere economico e tecnico necessarie per la
partecipazione: i concorrenti devono possedere i requisiti previsti dal
D.P.R. 34/2000, indicati nel successivo punto 12.6.
9. Indirizzo cui inoltrare le offerte: le offerte, in bollo, dovranno
essere inviate all'indirizzo di cui all'intestazione. Sulla busta dovrà
essere apposta la scritta "Offerta per la gara d'appalto dei lavori di
modifica dell'incrocio sito tra la S.S. n. 467 e la S.P. n. 51
Rubiera-S.Antonino mediante la realizzazione di una rotatoria e di
illuminazione degli svincoli della S.P. n. 51 con Via Turati all'innesto
con la Pedemontana".
10. Cauzioni: provvisoria pari al 2% dell'importo a base d'asta e
definitiva pari al 10% dell'importo netto di aggiudicazione, da presentare
rispettivamente con le modalità di cui al successivo punto 12.5 del
presente Bando.
11. Termine per la presentazione delle offerte: le offerte, in busta
chiusa e sigillata, dovranno pervenire con consegna a mano entro le ore
12.00 del giorno 10.01.2002. L'avvenuto ricevimento potrà essere provato
dalla ditta solo ed esclusivamente dal modulo di ricevuta appositamente
rilasciato dall'Ufficio Archivio della Provincia, situato in Corso
Garibaldi, 59 al primo piano. L'orario di apertura dell'Ufficio Archivio è
il seguente: tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore
12.30 e il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.30.
E' ammessa la consegna tramite Servizio Postale: in tal caso il plico per
essere ammesso alla gara, dovrà pervenire materialmente all'Ufficio
Archivio della Provincia entro le ore 12,00 del giorno 10.01.2002. La
Provincia non si assume alcuna responsabilità nel caso di ritardo
attribuibile al Servizio Postale.
12. Modalità di presentazione dell'offerta: Norme di gara.
NORME GENERALI
Le offerte, in bollo, dovranno essere inviate a: PROVINCIA DI REGGIO
EMILIA - (Tel. 0522 459304 - fax 0522 451714) - Corso Garibaldi, 59 -
42100 REGGIO EMILIA. Sulla busta dovrà essere apposta la scritta prevista
al punto 9 del presente bando di gara, nonché l'indicazione completa del
mittente.
Gli elaborati verranno depositati presso la copisteria DUEMME - Viale
Risorgimento n. 13 - Reggio Emilia (tel. 0522/541226) cui codesta Ditta
potrà rivolgersi per ottenerne copia a proprie spese. (Sono stati
stabiliti i seguenti prezzi I.V.A. compresa: L.250# per ogni facciata A4 e
L.500# per ogni facciata A3).
MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA.
La busta dovrà contenere i seguenti documenti:
12.1) OFFERTA, in bollo, redatta in lingua italiana, utilizzando
esclusivamente il modulo controfirmato dal Responsabile del procedimento.
Non saranno ammesse offerte redatte su moduli diversi o anche su copie
dello stesso elaborato. L'elaborato potrà essere ritirato, previa intesa
telefonica, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore
13,00, presso gli uffici del Servizio Mobilità e Progettazione di questa
Provincia (Via Guido da Castello n. 13 - tel. 0522 459485) a Reggio
Emilia. Si comunica altresì che non si procederà a spedizione del modulo a
mezzo del servizio postale. Detto elaborato dovrà essere completato
indicando nelle apposite colonne:
a) i prezzi unitari che codesta ditta si dichiara disposta ad offrire per
ogni voce relativa alle varie categorie di lavoro; i prezzi unitari
andranno indicati sia in cifre che in lettere;
b) i prodotti dei quantitativi per i prezzi unitari. Il prezzo complessivo
offerto, rappresentato dalla somma di tali prodotti, dovrà essere indicato
dal concorrente in calce al modulo stesso, unitamente al conseguente
ribasso percentuale rispetto al prezzo complessivo posto a base di gara.
Il prezzo complessivo ed il ribasso dovranno essere indicati in cifre ed
in lettere. In caso di discordanza prevarrà il ribasso percentuale
indicato in lettere. Nel presente appalto, i cui corrispettivi sono
stabiliti a corpo ed a misura, la lista delle quantità relative alla parte
dei lavori a corpo ha effetto ai soli fini dell'aggiudicazione; prima
della formulazione dell'offerta, il concorrente ha l'obbligo di
controllare le voci riportate nella lista attraverso l'esame degli
elaborati progettuali posti in visione e acquisibili. In esito a tale
verifica il concorrente è tenuto ad integrare le quantità e ad inserire le
voci che ritiene mancanti, alle quali applica i prezzi unitari che ritiene
di offrire. Si precisa che,
ai fini dell'aggiudicazione, sarà tenuto in considerazione solo ed
esclusivamente il ribasso percentuale offerto che sarà pertanto fisso ed
immutabile: eventuali discordanze fra questo e la somma dei prezzi unitari
saranno regolate come precisato nel capoverso seguente. Dopo
l'aggiudicazione definitiva e prima della stipulazione del contratto, si
procederà alla verifica dei conteggi presentati dall'aggiudicatario
apportando le necessarie eventuali correzioni. In caso di discordanza fra
il prezzo complessivo risultante da tale verifica e quello conseguente al
ribasso percentuale offerto, tutti i prezzi unitari saranno corretti in
modo costante in base alla percentuale di discordanza. I prezzi unitari
offerti, eventualmente corretti, costituiranno l'elenco dei prezzi unitari
contrattuali. Non si procederà alla correzione costante dei prezzi unitari
solo se uno o più di essi, di importo rilevante, siano manifestamente
sbagliati ai sensi dell'art. 1431 del Codice Civile. In tal caso, fermo
restando il ribasso per
centuale complessivo indicato in lettere, le necessarie modifiche saranno
concordate con la ditta aggiudicataria. L'elaborato dovrà essere
sottoscritto dall'Impresa in ogni foglio e non potrà presentare correzioni
che non siano, espressamente e singolarmente, confermate e sottoscritte.
La persona o le persone che sottoscriveranno l'elaborato, dovranno apporre
la propria firma, leggibile e per esteso, accanto al ribasso percentuale
offerto. L'elaborato, così compilato, dovrà essere chiuso in apposita
busta, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, nella quale non
dovrà essere inserito nessun altro documento. E' consentita la
presentazione di offerte da parte dei soggetti di cui all'art. 10, comma
1, lettere d) ed e) della Legge n. 109/94 e successive modificazioni e
integrazioni, anche se non ancora costituiti. In tal caso l'offerta deve
essere sottoscritta da tutte le imprese che costituiranno i raggruppamenti
o i consorzi e contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione della
gara, le stesse impr
ese conferiranno mandato collettivo speciale in rappresentanza ad una di
esse, da precisare in sede di offerta, che sarà qualificata come
capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e
delle mandanti. I Consorzi devono inoltre indicare la ditta o le ditte
consorziate che eseguiranno i lavori. E' vietata qualsiasi modificazione
alla composizione delle associazioni temporanee e dei consorzi di cui
all'art. 10, comma 1, lettere d) ed e) della Legge n. 109/94 e successive
modificazioni e integrazioni, rispetto a quella risultante dall'impegno
presentato in sede di offerta. In caso di offerte presentate in Euro si
comunica che verranno utilizzati n. 6 (sei) decimali negli arrotondamenti
delle cifre parziali e totali. Il ribasso percentuale offerto non dovrà
avere un numero di decimali superiore a 6. Nel caso venga indicato un
numero di decimali superiore a 6, il ribasso verrà arrotondato per difetto
o per eccesso alla sesta cifra.
12.2) DICHIARAZIONE, IN BOLLO, sottoscritta dal legale rappresentante
nella quale si attesti:
a) di aver esaminato gli elaborati progettuali compreso il computo
metrico, di essersi recati sul luogo di esecuzione dei lavori, di avere
preso conoscenza delle condizioni locali, nonchè di tutte le circostanze
generali e particolari suscettibili di influire sulla determinazione dei
prezzi, sulle condizioni contrattuali e sull'esecuzione dei lavori e di
aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali
adeguati ed i prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire
il ribasso offerto;
b) di aver effettuato una verifica della disponibilità della mano d'opera
necessaria per l'esecuzione dei lavori nonchè della disponibilità di
attrezzature adeguate all'entità e alla tipologia e categoria dei lavori
in appalto;
c) che nessuna impresa controllata o controllante ai sensi dell'art. 2359
del Codice Civile ha presentato offerta per la presente gara;
d) i lavori o le parti di opere che si intendono sub-appaltare o concedere
in cottimo, ai sensi dell'art. 34 del L. 109/94 e successive modificazioni
e integrazioni.
E' possibile utilizzare il modello A disponibile presso la Copisteria
indicata nel bando di gara e sul sito Internet: www.provincia.re.it
12.3) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ, resa ai sensi degli
artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. 28/12/2000 n. 445, in data
successiva alla data del bando di gara, dal legale rappresentante
dell'Impresa contenente l'attestazione che:
- l'Impresa non è incorsa in nessuna delle cause di esclusione dai
pubblici appalti di cui all'art. 75 del D.P.R. 554/99;
- l'Impresa è in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro
dei disabili;
nonchè l'indicazione, ai sensi dell'art. 46 del T.U. approvato con D.P.R.
28/12/2000, n. 445:
- della ragione sociale dell'Impresa;
- della sua natura giuridica;
- del numero e della città di iscrizione alla C.C.I.A.A.;
- (per le sole Società Cooperative) - gli estremi di iscrizione nel
registro prefettizio in corso di validità;
- (per i soli Consorzi di Società Cooperative) - gli estremi di
iscrizione nello schedario generale della Cooperazione;
- dei nomi dei direttori tecnici;
- (per le Società) dei nomi di tutti i soci e di tutti i Direttori
Tecnici, se Società in nome collettivo, di tutti gli accomandatari e di
tutti i Direttori Tecnici se Società in accomandita semplice, di tutti gli
amministratori muniti di poteri di rappresentanza e di tutti i Direttori
Tecnici per ogni altro tipo di società;
Nel caso di Impresa individuale rappresentata da un procuratore generale o
speciale, la presente dichiarazione dovrà essere resa esclusivamente dal
titolare della Ditta individuale.
Si precisa che anche le Ditte individuali devono indicare i nominativi dei
Direttori Tecnici.
In caso di Imprese riunite o dei Consorzi di Imprese di cui all'art. 2602
C.C. uguale dichiarazione dovrà essere resa anche dal legale
rappresentante delle Imprese mandanti o consorziate.
Tale dichiarazione sostitutiva, non sarà soggetta ad autenticazione della
sottoscrizione. Dovrà, però, essere allegata alla stessa una copia
fotostatica, non autenticata, di un documento d'identità del
sottoscrittore.
E' possibile utilizzare il modello B disponibile presso la Copisteria
indicata nel bando di gara e sul sito Internet: www.provincia.re.it
12.4) DICHIARAZIONE/I SOSTITUTIVA/E DI ATTO DI NOTORIETÀ, da rendere ai
sensi degli artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. 28/12/2000 n.
445, in data successiva alla data del bando di gara, con cui si attesti di
non essere personalmente incorso/i in nessuna delle cause di esclusione
dai pubblici appalti di cui all'art. 75 del D.P.R. 554/99.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese singolarmente, solo se l'Impresa è
costituita in forma societaria, dai seguenti soggetti:
- da tutti i soci e dai direttori tecnici, se si tratta di Società in nome
collettivo;
- da tutti gli accomandatari e dai direttori tecnici, se si tratta
di Società in accomandita semplice;
- da tutti gli Amministratori muniti di poteri di rappresentanza e dai
direttori tecnici, per ogni altro tipo di società.
Nel caso di impresa individuale la presente dichiarazione deve essere
rilasciata anche da tutti i Direttori Tecnici dell'impresa stessa.
Si evidenzia che il legale rappresentante della società che abbia
sottoscritto la dichiarazione di cui al precedente punto 12.3, dovrà
comunque presentare anche la dichiarazione di cui al presente punto.
In caso di Imprese riunite o dei Consorzi di Imprese di cui all'art. 10,
comma 1, lettere d) ed e) della Legge n. 109/94 e successive modificazioni
e integrazioni, tali dichiarazioni dovranno essere rese anche da tutti i
legali rappresentanti delle Imprese mandanti o consorziate, per conto
delle quali il Consorzio presenta offerta.
Tale dichiarazione sostitutiva, non sarà soggetta ad autenticazione della
sottoscrizione. Dovrà, però, essere allegata alla stessa una copia
fotostatica, non autenticata, di un documento d'identità del
sottoscrittore.
E' possibile utilizzare il modello C disponibile presso la Copisteria
indicata nel bando di gara e sul sito Internet: www.provincia.re.it
12.5) CAUZIONE PROVVISORIA pari al 2% dell'importo a base di gara da
prestare anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa. Tale
fidejussione potrà riportare la clausola di cessazione automatica della
garanzia in caso di mancata aggiudicazione dell'appalto. La cauzione
provvisoria non potrà essere costituita, a pena di esclusione dalla gara,
allegando all'offerta denaro contante, assegni bancari o circolari.
Le fidejussioni bancarie dovranno essere rilasciate da Aziende di Credito
autorizzate a norma di legge mentre le polizze assicurative dovranno
essere rilasciate da imprese di assicurazioni autorizzate, a norma di
legge, all'esercizio del ramo cauzioni.
Le fidejussioni dovranno essere, a pena di esclusione, escutibili "a
semplice richiesta" e dovranno prevedere espressamente, sempre a pena di
esclusione, quanto segue:
a) la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore
principale e la loro operatività entro 15 giorni a semplice richiesta
scritta della stazione appaltante;
b) l'impegno del fidejussore a rilasciare la garanzia di cui al comma 2
dell'art. 30 della Legge n. 109/94 e successive modificazioni e
integrazioni (cauzione definitiva);
c) validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell'offerta.
Le Imprese alle quali è stata rilasciata da organismi accreditati, ai
sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000, la certificazione
di sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN 9000,
usufruiscono della riduzione del 50% delle cauzioni e garanzie
fidejussorie previste, rispettivamente dal comma 1 e dal comma 2 dell'art.
30 della L. 109/94 (cauzione e garanzie fidejussorie). Per usufruire del
suddetto beneficio è indispensabile inserire nel fascicolo una
dichiarazione sostitutiva di certificazione rilasciata ai sensi dell'art.
46 del T.U. approvato con D.P.R. 28/12/2000, n. 445, nella quale si
attesti il possesso di certificazione di sistema di qualità (si può
utilizzare anche il modello D disponibile presso la Copisteria indicata
nel bando di gara e sul sito Internet: www.provincia.re.it
Nel caso che venga presentata una cauzione ridotta e non sia presente tale
certificazione si procederà all'esclusione automatica della Ditta dalla
gara.
Si precisa che in caso di imprese riunite o consorziate ai sensi dell'art.
2602 del C.C., per usufruire del suddetto beneficio, ogni impresa dovrà
presentare la dichiarazione sostitutiva di certificazione rilasciata ai
sensi dell'art. 46 del T.U. approvato con D.P.R. 28/12/2000, n. 445 nella
quale si attesti il possesso di certificazione di sistema di qualità.
In caso di riunione di concorrenti ai sensi dell'articolo 13 della Legge
N. 109/94, le garanzie fideiussorie sono presentate, su mandato
irrevocabile, dall'impresa mandataria o capogruppo in nome e per conto di
tutti i concorrenti con responsabilità solidale nel caso di cui
all'articolo 13, comma 2, della Legge, e con responsabilità "pro quota"
nel caso di cui all'articolo 13, comma 3, della Legge.
12.6) DICHIARAZIONE/I SOSTITUTIVA/E DI ATTO DI NOTORIETÀ, da rendere ai
sensi degli artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. 28.12.2000 n. 445,
in data successiva alla data del bando di gara, con cui il titolare o il
legale rappresentante attesti il possesso dei seguenti requisiti:
a) importo dei lavori eseguiti nella categoria OG3 direttamente nel
quinquennio 1996/2000 non inferiore a L. 182.095.530 - 94.044,49 Euro;
b) aver sostenuto nel quinquennio 1995/1999 un costo complessivo per il
personale dipendente, composto da retribuzione e stipendi, contributi
sociali e accantonamenti ai fondi quiescenza, non inferiore a L.
27.314.329 - Euro 14.106,67. Si precisa che per le imprese artigiane la
retribuzione del titolare si intende compresa nella percentuale minima
necessaria e per le imprese individuali e per le società di persone il
valore della retribuzione del titolare e dei soci è pari a cinque volte il
valore della retribuzione convenzionale determinata dall'INAIL.
c) adeguata attrezzatura tecnica.
Per le associazioni temporanee di imprese di tipo orizzontale e per i
consorzi di cui all'art. 10, comma 1, lettere d), e) ed e-bis), della
legge 11.02.1994, n.109, e successive modificazioni, di tipo orizzontale,
i requisiti economico finanziari e tecnico-organizzativi richiesti nel
bando di gara per le imprese singole devono essere posseduti dalla
mandataria o da una impresa consorziata nelle misure minime del 40%; la
restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti
o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura minima del 10% di
quanto richiesto all'intero raggruppamento. L'impresa mandataria in ogni
caso deve possedere i requisiti in misura maggioritaria.
Per la dichiarazione del presente punto 6 si può utilizzare il modello E
(in caso di Imprese singole) e il modello F (in caso di Associazioni di
Imprese o Consorzi) disponibili presso la Copisteria indicata nel bando di
gara e sul sito Internet: www.provincia.re.it
Comprova dei requisiti: alle ditte sorteggiate nel corso della prima
seduta pubblica sarà inviata, via fax, la richiesta di comprovare il
possesso dei requisiti di cui al precedente punto 12.6, dichiarati in sede
di offerta.
La comprova dovrà avvenire mediante presentazione della documentazione, in
originale o in copia autenticata, prevista dal D.P.R. 34/2000.
Si ricorda inoltre che se tale prova non sarà fornita entro le 48 ore
precedenti la seconda seduta pubblica, a mezzo di raccomandata postale o
postacelere oppure con consegna a mano all'Ufficio Archivio della
Provincia, situato in Corso Garibaldi, 59 al primo piano - l'orario di
apertura dell'Ufficio Archivio è il seguente: tutti i giorni dal lunedì al
sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30, e il martedì e il giovedì anche
dalle ore 15.00 alle ore 17.30 - (tale documentazione può comunque essere
anticipata via fax al n. 0522 451714 - U.O. Appalti e Contratti), oppure
la documentazione presentata entro tale termine non confermi le
dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione, si procederà
all'esclusione del concorrente dalla gara, alla escussione della relativa
cauzione provvisoria e alla segnalazione del fatto all'Autorità per i
provvedimenti di cui all'art. 4, comma 7, nonchè per l'applicazione delle
misure sanzionatorie di cui all'art. 8 comma 7 della Legge 109/94. Lo
stesso controllo verrà effettu
ato sull'aggiudicatario e sul concorrente che segue in graduatoria
l'aggiudicatario.
ALTRE INFORMAZIONI DI GARA.
a) si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta
valida;
b) l'aggiudicazione provvisoria disposta dalla Commissione non costituisce
la conclusione del contratto che sarà stipulato dopo l'intervenuta
esecutività della determinazione dirigenziale di affidamento dell'appalto;
c) in caso di offerte uguali si procederà al sorteggio nella stessa seduta
pubblica;
d) il recapito del piego rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per
qualsiasi motivo, lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile;
e) trascorso il termine fissato dal bando di gara, l'offerta presentata
non è più revocabile, e non può essere ritirata dall'Impresa; inoltre, non
viene riconosciuta valida alcuna offerta, anche se sostitutiva od
aggiuntiva di offerta precedente;
f) non sono ammesse le offerte condizionate o quelle espresse in modo
indeterminato o con riferimento a offerta di altro appalto;
g) la documentazione prescritta nel presente Capitolato Speciale, non può
essere sostituita da alcuna dichiarazione che faccia riferimento a
documenti esibiti per partecipare ad altre gare, anche se effettuate nel
medesimo giorno o già esistenti presso questo Ente a qualsiasi titolo.
Trattamento dei dati: i dati forniti dai partecipanti alla gara, ai sensi
dell'art. 10 della L. n. 675/96, sono raccolti e pubblicati come previsto
dalle norme in materia di appalti pubblici. I diritti di cui all'art. 13
della L. n. 675/96 sono esercitabili con le modalità di cui al D. Lgs. N.
267/2000.
13. Termine di validità dell'offerta: la ditta potrà svincolarsi dalla
propria offerta decorso il termine di giorni 180 dalla data della gara se,
nel frattempo, non sarà intervenuta l'aggiudicazione definitiva.
14. Svolgimento della gara: in data 11.01.2002, alle ore 8,30 (giorno
successivo alla presentazione delle offerte), presso la sede dell'Area
Patrimonio e Infrastrutture della Provincia (Corso Garibaldi, n. 26), si
procederà in seduta pubblica ad aprire i plichi contenenti la
documentazione amministrativa e ad effettuare il sorteggio del 10% delle
ditte ammesse ai sensi dell'art. 10, comma 1 - quater della Legge n.
109/94. Il giorno 29 gennaio 2002, alle ore 8,30, presso la sede dell'Area
Patrimonio e Infrastrutture della Provincia (Corso Garibaldi, n. 26), in
seduta pubblica, si procederà alla verifica del possesso dei requisiti di
capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa delle Ditte
sorteggiate e successivamente all'apertura dei plichi contenenti l'offerta
economica.
Se sarà possibile effettuare il controllo del possesso dei requisiti di
capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa, subito dopo il
sorteggio perchè le Imprese estratte risultano inserite nell'elenco
predisposto dall'Autorità dei Lavori Pubblici sul proprio sito Internet,
oppure perchè già sorteggiate in gare precedenti di importo superiore e
con la stessa categoria prevalente, le operazioni previste in data
09.01.2001 verranno effettuate nel corso della prima seduta pubblica.
15. Cause di esclusione dalla gara:
a) l'omissione, nell'elaborato per l'offerta, dell'indicazione del ribasso
percentuale in lettere;
b) la compilazione dell'offerta su moduli diversi da quello originale da
ritirare presso gli uffici di cui al punto 12.1 del presente bando di gara.
c) l'omissione di anche uno solo dei documenti prescritti dal presente, o
la mancata redazione degli stessi in lingua italiana o, in caso contrario,
corredati di traduzione giurata;
d) il mancato inserimento nel testo della cauzione provvisoria delle
indicazioni previste alle lettere a), b) e c) - punto 12.5 del presente
bando di gara;
e) la costituzione della cauzione provvisoria mediante denaro contante,
assegni bancari o circolari;
f) mancata certificazione del sistema di qualità in caso di cauzione
provvisoria ridotta al 50% come previsto al punto 12.5 del presente bando
di gara;
g) la mancata sottoscrizione di anche uno solo dei documenti o la omessa
autenticazione della stessa, o in alternativa l'assenza della copia del
documento di identità, ove prescritta;
h) il pervenimento dell'offerta oltre il termine stabilito;
i) la mancata chiusura, in una busta a parte, dell'offerta economica (in
tale busta non dovranno essere inseriti altri documenti).
16. Altre informazioni: questa Provincia ha stipulato con le Associazioni
Sindacali di categoria e le Organizzazioni Imprenditoriali, un Protocollo
d'intesa provinciale contro il lavoro nero e l'evasione contributiva.
Copia di tale documento può essere richiesta all'U.O. Appalti e Contratti
(Corso Garibaldi, n. 59 - tel. 0522 459304)
Copie del bando e dei moduli delle dichiarazioni da presentare unitamente
all'offerta, sono disponibili sul sito Internet: www.provincia.re.it -
sezione bandi e concorsi (non si effettua servizio telefax).
Reggio Emilia, lì 04 dicembre 2001.
IL DIRIGENTE DELL'AREA PATRIMONIO E INFRASTRUTTURE
(Dott. Ing. Francesco Capuano)
Scheda pratica per "LAVORI DI MODIFICA DELL'INCROCIO SITO TRA LA S.S. N. 467 E LA S.P. N. 51 RUBIERA-S.ANTONINO MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI UNA ROTATORIA E DI ILLUMINAZIONE DEGLI SVINCOLI DELLA S.P. N. 51 CON VIA TURATI ALL'INNESTO CON LA PEDEMONTANA"
Tipologia Gara di appalto - ESITO
Data attivazione 21/01/2002
Data di scadenza 10/01/2002
Aggiudicato Si
Persona di riferimento
Proprietà dell'articolo
modificato: mercoledì 22 novembre 2006