Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » ente » Bandi e appalti » appalti

SERVIZIO DI PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA (COMPRESO IL COORDINAMENTO PER LA PROGETTAZIONE, AI SENSI DEL D.LGS. N. 494/96) PER IL RESTAURO E LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPLESSO IMMOBILIARE DELL'EX OSPEDALE PSICHIATRICO GIUDIZIARIO (EX O.P.G.) - EDIFICIO VINCOLATO AI SENSI DELLA L. N. 1089/39 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI - UBICATO A REGGIO EMILIA IN VIA FRANCHI, DA DESTINARSI A SEDE DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA.

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
Prot. N. 55913/15126
Reggio nell'Emilia lì 08.07.2002

ASTA PUBBLICA: appalto del servizio di progettazione preliminare,
definitiva ed esecutiva (compreso il Coordinamento per la progettazione,
ai sensi del D.Lgs. n. 494/96) per il restauro e la ristrutturazione del
complesso immobiliare dell'ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario (ex
O.P.G.) - edificio vincolato ai sensi della L. n. 1089/39 e successive
modificazioni ed integrazioni - ubicato a Reggio Emilia in via Franchi, da
destinarsi a sede degli Uffici della Provincia.
Data spedizione del bando alla G.U.C.E.: 10/07/2002.
Importo previsto dei lavori: Euro 6.900.000,00= (Euro
seimilioninovecentomila/00) I.V.A. e C.P.A. esclusa.
Importo a base d'asta, comprese le spese tecniche, per l'esecuzione delle
progettazioni preliminare, definitiva ed esecutiva (compreso il
Coordinamento per la progettazione, ai sensi del D.Lgs. n. 494/96): Euro
521.000,00= (Euro cinquecentoventunmila/00) al netto di C.N.P.A.I.A. e
I.V.A., calcolato in base all'ipotesi di suddivisione delle classi e
categorie di intervento riportate nel PROSPETTO A1, allegato al presente
Bando. Nella base d'asta sono altresì comprese, come evidenziato nel sopra
indicato PROSPETTO A1, le seguenti prestazioni accessorie: Relazione
contenimento consumi energetici (ex legge n. 10/91); pratica per il
rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi e Autorizzazioni A.U.S.L.;
Piano di Emergenza; Documento di Valutazione dei Rischi; Piano di
Miglioramento ed altra documentazione ex D. Lgs. n. 626/94.
INFORMAZIONI GENERALI RIGUARDANTI L'APPALTO
1.1 Amministrazione appaltante: Provincia di Reggio Emilia - Corso
Garibaldi, 59 - 42100 Reggio Emilia - Area Patrimonio e Infrastrutture.
1.2 Codici di riferimento CPC: n. 867a - 86711 - 86712 - 86722 -
86723.
1.3 L'appalto si configura come un appalto pubblico di servizi,
avente per oggetto la fornitura del servizio di progettazione preliminare,
definitiva ed esecutiva (compreso il Coordinamento per la progettazione,
ai sensi del D.Lgs. n. 494/96). La Provincia si riserva il diritto, a suo
insindacabile giudizio, di affidare ad altro soggetto la progettazione
esecutiva (compreso il Coordinamento per la progettazione, ai sensi del
D.Lgs. n. 494/96). In tal caso, l'affidatario del servizio di cui al
presente bando, che dovrà essere informato entro 10 giorni dal compimento
della verifica del progetto definitivo, non potrà vantare nei confronti
della Provincia nessun diritto sia in termini di danno emergente che di
lucro cessante. All'affidatario dell'incarico di cui al presente Bando
potrà essere affidata, a discrezione della Provincia, anche la Direzione
dei Lavori ed il Coordinamento per l'esecuzione, ai sensi del D.Lgs. n.
494/96. L'affidamento di tali ulteriori incarichi, la cui accettazione
costituisce un obblig
o per l'affidatario, avverrà ad un prezzo pari al 70% dell'importo
complessivo offerto per la progettazione preliminare, definitiva ed
esecutiva e del Coordinamento per la progettazione, ai sensi del D.Lgs. n.
494/96.
I contenuti obbligatori delle prestazioni relative alle 3 fasi di
progettazione risultano così indicati:
- progetto preliminare: relazioni, planimetrie, schemi grafici, calcolo
sommario della spesa, relazione di indagine geotecnica, relazione di
indagine archeologica, prime indicazioni e prescrizioni in materia di
sicurezza nei cantieri;
- progetto definitivo: relazione illustrativa, elaborati grafici per
l'ottenimento delle autorizzazioni, disciplinare degli elementi tecnici,
computo metrico estimativo, quadro economico;
- progetto esecutivo: relazioni generale e specialistiche, elaborati
grafici, calcoli esecutivi, particolari costruttivi e decorativi, computo
metrico estimativo definitivo, quadro economico, elenco prezzi ed
eventuale analisi, quadro dell'incidenza percentuale della manodopera,
schema di contratto, capitolato speciale d'appalto, cronoprogramma, piano
di manutenzione dell'opera, coordinamento per la progettazione in materia
di sicurezza dei cantieri per edifici soggetti a vincolo, Piano di
Manutenzione.
- Sono inoltre richieste le seguenti prestazioni accessorie relative alla
terza fase progettuale: Relazione contenimento consumi energetici (ex
legge n. 10/91); pratica per il rilascio del Certificato di Prevenzione
Incendi e Autorizzazioni A.U.S.L.; Piano di Emergenza; Documento di
Valutazione dei Rischi; Piano di Miglioramento ed altra documentazione ex
D. Lgs. n. 626/94.
Il patrimonio su cui si interviene è il seguente:
· Compendio immobiliare di cui al foglio 133, mapp. 284, sub. 1, cat. B3,
sup. catastale 10.337 mq, rendita € 57.001, 35;
1.4 Luogo di esecuzione: via Franchi - Comune di Reggio Emilia.
1.5 L'appalto si attua ai sensi del D. Lgs. 157/95 di attuazione della
direttiva Europea 92/50 in materia di appalti pubblici di servizi.
1.6 Tempi di esecuzione delle prestazioni: redazione del progetto
preliminare entro 90 giorni dal ricevimento della comunicazione di
affidamento; redazione del progetto definitivo entro 120 giorni dal
ricevimento della comunicazione di approvazione del progetto preliminare;
redazione del progetto esecutivo entro 120 giorni dal ricevimento della
comunicazione di approvazione del progetto definitivo.
1.7 La spesa complessiva per l'incarico di progettazione
preliminare e definitiva è finanziata con fondi provinciali,
immediatamente disponibili. Il finanziamento delle spese per la
progettazione esecutiva è previsto con fondi di Bilancio già inseriti nel
Bilancio pluriennale 2002-2004, annualità 2003.
I pagamenti verranno effettuati entro 90 giorni dal ricevimento delle
fatture relative alle diverse fasi di progettazione. Le fatture potranno
essere emesse solamente dopo che la Provincia avrà comunicato al
progettista l'esito positivo della procedura di verifica di ciascuna delle
diverse fasi progettuali: tale adempimento dovrà essere espletato entro 20
giorni dalla consegna della documentazione completa.
1.8 Informazioni Amministrative: Dott. Ermenegildo Deolmi - Tel. 0522
459304; informazioni tecniche: Ing. Verter Eletti - Tel. 0522 459343 e
Geom. Bigi Stefano - Tel. 0522 459338 - Fax 0522451714.
Dovranno essere effettuati, previa intesa telefonica, sopralluoghi presso
i fabbricati oggetto dell'appalto nel periodo compreso fra la data di
pubblicazione del presente bando ed il 04/09/02. Le informazioni e i
sopralluoghi possono essere richiesti dal lunedì al sabato dalle ore 8,30
alle ore 12.30.
1.9 Nelle stesse giornate ed orari è possibile prendere visione
degli elaborati (planimetrie generali e catastali, piante dei vari piani,
sezioni e prospetti, tavole del P.R.G. vigente, relazione illustrativa
degli usi potenziali previsti e delle principali attività svolte dai
Servizi della Provincia) presso il Servizio Edilizia (Corso Garibaldi, 26
- Reggio Emilia) previa intesa telefonica con l'Ing. Verter Eletti (tel.
0522 459343) o con il Geom. Bigi Stefano (Tel. 0522 459338). Gli elaborati
sono stati depositati presso la copisteria DUEMME - Viale Risorgimento n.
13 - Reggio Emilia (tel. 0522/541226) cui ci si potrà rivolgere per
ottenerne copia a proprie spese.
1.10 Possono partecipare alla gara i soggetti indicati all'art. 17 della
L. n. 109/94. Verranno ammessi alla gara i concorrenti che, ai sensi
dell'articolo n. 66 del D.P.R. n. 554/99, siano in possesso dei seguenti
requisiti:
a) aver effettuato nel quinquennio 01/07/97-30/06/02 un fatturato globale
per servizi di cui all'art. 50 del D.P.R. n. 554/99 non inferiore a EURO
2.300.000,00;
b) aver espletato nel periodo 01/07/92 - 30/06/2002 servizi di cui
all'art. 50 del D.P.R. n. 554/99, relativi a lavori appartenenti ad ognuna
delle classi e categorie di lavori cui si riferiscono i servizi da
affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti
tariffe professionali, per un importo globale per ogni classe e categoria,
pari a 3 volte l'importo stimato dei lavori da progettare;
c) aver espletato nel periodo 01/07/92 - 30/06/2002 almeno 2 servizi di
cui all'art. 50 del D.P.R. n. 554/99, relativi ai lavori, appartenenti ad
ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da
affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti
tariffe professionali, per un importo totale non inferiore a EURO
5.000.000,00;
d) un numero medio annuo di personale tecnico utilizzato nel periodo
01/07/99 - 30/06/2002 (comprendente i soci attivi, i dipendenti e i
consulenti con contratto di collaborazione coordinata e continuativa su
base annua) di almeno n. 18 unità.
Per ognuna di queste la Provincia, in sede di controllo, potrà richiedere
una certificazione di regolare esecuzione da parte del committente.
Per le associazioni temporanee di imprese, GEIE e per i consorzi, valgono
le disposizioni di cui all'art. 65 del D.P.R. n. 554/99.
I requisiti di cui ai punti a), b) e d) devono essere posseduti dalla
mandataria o da un'impresa consorziata nella misura minima del 60%.
Relativamente alle parti di restauro, si richiamano le disposizioni di cui
alla L. n. 1395/23.
2. OFFERTA.
2.1 Coloro che intendono partecipare al presente appalto dovranno far
pervenire a questo Ente, a mezzo raccomandata postale o postacelere,
oppure con consegna a mano, in busta sigillata, controfirmata sui lembi di
chiusura, con l'indicazione del mittente, entro le ore 12,00 del giorno
12/09/2002, i documenti successivamente elencati. In caso di consegna a
mano, l'avvenuto ricevimento potrà essere provato dalla ditta solo ed
esclusivamente dal modulo di ricevuta appositamente rilasciato
dall'Ufficio Archivio della Provincia, situato in Corso Garibaldi, 59 al
primo piano. L'orario di apertura dell'Ufficio Archivio per la consegna
delle offerte è il seguente: tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore
8.15 alle ore 13.00 dal 01/07/2002 fino al 31/08/2002; tutti i giorni dal
lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30, e il martedì e il giovedì
anche dalle ore 15.00 alle ore 17.30 dal 01/09/2002. Sulla busta dovrà
chiaramente apporsi la seguente scritta: "Offerta per la gara del
13/09/2002 alle ore 9.30 rel
ativa all'appalto dei servizi di progettazione dell'ex O.P.G.".
La busta dovrà essere indirizzata a:
PROVINCIA DI REGGIO EMILIA, Corso Garibaldi, 59
42100 - REGGIO EMILIA
Tutta la documentazione prodotta dovrà essere redatta in lingua italiana.
La busta sigillata dovrà contenere, a pena di esclusione, le seguenti 3
buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura, con
l'indicazione all'esterno del mittente e del contenuto (DOCUMENTAZIONE
AMMINISTRATIVA, ELABORATI TECNICI, OFFERTA ECONOMICA):
BUSTA A) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA formata da:
1) DICHIARAZIONE IN BOLLO, sottoscritta dal legale rappresentante, nella
quale si attesti:
- di aver preso conoscenza della bozza di convenzione per l'affidamento di
incarico professionale e degli altri documenti richiamati e citati nel
Bando di Gara, e di obbligarsi ad osservarli in ogni loro parte;
- di aver preso conoscenza della consistenza e delle condizioni
dell'edificio per il quale dovrà essere eseguito il servizio di
progettazione e di aver visionato la documentazione a disposizione della
Provincia e di averla ritenuta sufficiente al fine di redigere i progetti
preliminari, definitivo ed esecutivo;
- di aver preso conoscenza di tutte le circostanze generali e particolari
che possano avere influito sulla determinazione dei prezzi, di aver
giudicato i prezzi medesimi tutti egualmente remunerativi e tali da
consentire l'offerta che sta per fare e di possedere l'attrezzatura
necessaria per la prestazione del servizio;
- di riconoscere che l'appalto di che trattasi rientra nell'ambito degli
appalti pubblici di servizi ex D. Lgs. 157/95;
- che, con riferimento all'art. 2359 del C.C., non hanno presentato
offerta per il presente appalto altre Imprese o Professionisti nei
confronti delle quali esistono rapporti di controllo;
- i servizi che si intendono sub-appaltare.
Per tale dichiarazione è disponibile, presso l'U.O. Appalti e Contratti
della Provincia (Corso Garibaldi n. 26 a Reggio Emilia) e sul sito
Internet: www.provincia.re.it - Sezione Bandi e Concorsi, il modello A.
A tale dichiarazione dovrà essere allegata l'attestazione di avvenuto
sopralluogo dell'edificio oggetto dell'intervento: tale attestazione sarà
rilasciata e sottoscritta dall'Ing. Verter Eletti o dal Geom. Stefano
Bigi, all'uopo incaricati. Senza tale attestazione la Ditta sarà esclusa
dalla gara.
La verifica dovrà essere effettuata per l'impresa da un soggetto che
comprovi adeguatamente la rappresentanza della Ditta che intende
partecipare alla gara (se la verifica viene effettuata dal legale
rappresentante è sufficiente che questi consegni all'atto della verifica
stessa, copia del documento di identità. Nel caso che la verifica venga
effettuata da altro soggetto è necessario consegnare copia della lettera
di incarico sottoscritta dal legale rappresentante e copia dei documenti
di identità del delegato e del legale rappresentante stesso).
Il sopralluogo dovrà essere concordato telefonicamente con l'Ing. Verter
Eletti o con il Geom. Stefano Bigi al numero 0522 459343 - 459338 e potrà
essere effettuato esclusivamente nei giorni feriali dalle ore 9,00 alle
ore 12,00.
2) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ, resa ai sensi degli
artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. n.445/00, in data successiva
alla pubblicazione del Bando, dal legale rappresentante dell'Impresa
contenente l'attestazione che l'Impresa non è incorsa in nessuna delle
cause di esclusione dai pubblici appalti di cui all'art. 12 del D. Lgs.
157/95 nonché la certificazione, ai sensi dell'art. 46 del T.U. approvato
con D.P.R. n.445/00, della ragione sociale dell'Impresa e della sua natura
giuridica, nonché, per le Società, dei nomi di tutti i soci, se Società in
nome collettivo, di tutti gli accomandatari se Società in accomandita
semplice, di tutti gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza
per ogni altro tipo di società.
Nel caso di Impresa individuale rappresentata da un procuratore generale o
speciale, la presente dichiarazione dovrà essere resa esclusivamente dal
titolare della Ditta individuale.
In caso di Imprese riunite o dei Consorzi di Imprese di cui all'art. 2602
C.C. uguale dichiarazione dovrà essere resa anche dal legale
rappresentante delle Imprese mandanti o consorziate.
Per tale/i dichiarazione/i è disponibile, presso l'U.O. Appalti e
Contratti della Provincia (Corso Garibaldi n. 26 a Reggio Emilia) e sul
sito Internet: www.provincia.re.it - Sezione Bandi e Concorsi, il modello
B.
3) DICHIARAZIONE/I SOSTITUTIVA/E DI ATTO DI NOTORIETÀ, da rendere ai sensi
degli artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. n.445/00, in data
successiva alla pubblicazione del Bando di Gara, con cui si attesti di non
essere personalmente incorso/i in nessuna delle cause di esclusione dai
pubblici appalti di cui all'art. 12 del D. Lgs. 157/95.
Tali dichiarazioni dovranno essere rese singolarmente, dai seguenti
soggetti:
- da tutti i soci, se si tratta di Società in nome collettivo;
- da tutti gli accomandatari, se si tratta di Società in
accomandita semplice;
- da tutti gli Amministratori muniti di poteri di rappresentanza,
per ogni altro tipo di società.
Si evidenzia che il legale rappresentante della società che abbia
sottoscritto la dichiarazione di cui al precedente punto 2), dovrà
comunque presentare anche la dichiarazione di cui al presente punto 3).
In caso di Imprese riunite o dei Consorzi di Imprese di cui all'art. 2602
C.C, tali dichiarazioni dovranno essere rese anche da tutti i legali
rappresentanti delle Imprese mandanti o consorziate.
Per tale/i dichiarazione/i è disponibile, presso l'U.O. Appalti e
Contratti della Provincia (Corso Garibaldi n. 26 a Reggio Emilia) e sul
sito Internet: www.provincia.re.it - Sezione Bandi e Concorsi, il modello
C.
4) CAUZIONE PROVVISORIA dell'importo di Euro 10.000,00 (Euro diecimila/00)
da prestare anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa. La
cauzione provvisoria non potrà essere costituita, a pena di esclusione
dalla gara, allegando all'offerta denaro contante, assegni bancari o
circolari.
Le fidejussioni, a pena di esclusione, dovranno prevedere espressamente
quanto segue:
a) la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del
debitore principale e la loro operatività entro 15 giorni a semplice
richiesta scritta della stazione appaltante;
b) validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione
dell'offerta;
c) impegno incondizionato a rilasciare la cauzione definitiva pari ad Euro
25.000/00.
5) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ, resa ai sensi degli
artt. 47 e 48 del T.U. approvato con D.P.R. n.445/00, in data successiva
alla data del Bando di Gara, dal legale rappresentante dell'Impresa
contenente l'attestazione che l'Impresa, o il gruppo di imprese, Consorzio
o GEIE, possiedono i requisiti richiamati al punto 1.10 del presente
bando, con le modalità e i limiti in esso indicati.
In caso di Imprese riunite o dei Consorzi di Imprese di cui all'art. 2602
C.C., la dichiarazione dovrà essere sottoscritta dai legali rappresentanti
di tutte le ditte costituenti il raggruppamento o consorziate.
Per tale dichiarazione è disponibile, presso l'U.O. Appalti e Contratti
della Provincia (Corso Garibaldi n. 26 a Reggio Emilia) e sul sito
Internet: www.provincia.re.it - Sezione Bandi e Concorsi, il modello D (D1
in caso di raggruppamenti).
Le dichiarazioni sostitutive di cui ai precedenti punti 2, 3 e 5 possono
non recare l'autenticazione della sottoscrizione, se alle stesse è
allegata una copia fotostatica, non autenticata, di un documento
d'identità del/i sottoscrittore/i.
BUSTA B) ELABORATI TECNICI
Tutti gli elaborati tecnici di cui ai punti successivi devono essere
firmati da parte dell'offerente; nel caso di raggruppamento temporaneo di
Imprese, le firme devono essere apposte da tutti i componenti il
raggruppamento stesso.
La mancanza di anche una sola firma costituisce causa di esclusione.
Contenuto degli elaborati tecnici:
B1.1 relazione sul merito tecnico. Dovranno essere analiticamente indicati
i seguenti elementi, utilizzando i moduli E, F e G, disponibili presso
l'U.O. Appalti e Contratti della Provincia (Corso Garibaldi n. 26 a Reggio
Emilia) e sul sito Internet: www.provincia.re.it - Sezione Bandi e
Concorsi.
B1.1.1) l'elenco dei principali servizi di progettazione analoghi prestati
nel periodo 01/01/1997 - 30/06/2002 con l'indicazione degli importi, delle
date e dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi stessi. La
Provincia ha la facoltà di verificare la veridicità dei quanto dichiarato.
I servizi da prendere in considerazione sono quelli iniziati e ultimati
nel periodo 01/01/1997 - 30/06/2002, ovvero la parte di essi ultimata
nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente
(in tale ultima ipotesi verrà considerata la quota parte riferita al
periodo sopra indicato, calcolata proporzionalmente al tempo. A tal fine
dovranno essere indicati i dati di stipula del contratto con il termine
iniziale e finale della prestazione).
B1.1.2) l'elenco dei titoli di studio e professionali del personale
tecnico utilizzato nel periodo 01/01/1997 - 30/06/2002 (comprendente i
soci attivi, i dipendenti e i consulenti con contratto di collaborazione
coordinata e continuativa per periodi non inferiori ai 6 mesi). Verrà
preso in considerazione principalmente l'elemento qualitativo del
personale tecnico e in misura minore quello quantitativo. Dovranno inoltre
essere segnalati i responsabili dei servizi che saranno incaricati di
firmare il progetto, indicando le relative qualifiche professionali e il
numero di iscrizione ai relativi albi professionali, compreso il
Responsabile di Progetto, nonché la persona fisica incaricata
dell'integrazione delle varie prestazioni specialistiche;
B1.1.3) la descrizione delle attrezzature tecniche, dei materiali, degli
strumenti, compresi quelli di studio e di ricerca, utilizzati per la
prestazione del servizio e delle misure finora adottate per garantire la
qualità dell'attività di progettazione;
B1.2 relazione sulle caratteristiche qualitative, metodologiche e tecniche
dell'intervento che si propone di attuare, indicando analiticamente i
criteri e le modalità operative. In particolare dovrà essere allegata una
relazione contenente i seguenti punti sviluppati in cartelle composte da
non più di 6 pagine formato A4 per ciascun punto (per ogni punto dovrà
essere indicata in sottoparagrafi la metodologia progettuale, le qualità
tecnico-costruttive, le qualità estetiche, valori ed elementi innovativi,
sicurezza e controllo in fase di esercizio e attività di manutenzione):
- B.1.2.1 - parte urbanistico-distributiva (aspetti di inserimento
urbanistico e distributivo, e di valorizzazione storica del compendio);
- B.1.2.2 parte architettonica dell'opera (funzionale, costruttiva,
tecnologica e di sicurezza);
- B.1.2.3 - parte strutturale dell'opera;
- B.1.2.4 - parte termoidraulica dell'opera (descrizione dei principali
aspetti funzionali, tecnologici, degli impianti primari e delle reti di
distribuzione termoidrauliche);
- B.1.2.5 - parte elettrica dell'opera (descrizione dei principali aspetti
funzionali, tecnologici, degli impianti primari e delle reti di
distribuzione elettrica);
B1.3 Tempi di consegna, relativamente a ciascuna fase di progettazione. Il
tempo complessivo non potrà comunque essere superiore a quello indicato
nel presente bando.
B1.4 Certificazioni ISO 9000.
B1.5 Relazione in merito ai seguenti altri elementi:
1. suddivisione motivata dei locali fra gli uffici delle diverse Aree
collocabili nel complesso, tenendo conto delle loro funzioni, delle
correlazioni tra gli stessi e del numero di dipendenti previsto;
2. soluzioni proposte per favorire la fruibilità dei locali, in
considerazione delle funzioni degli uffici destinabili a tale struttura e
del flusso di utenza esterna;
3. aspetto estetico delle soluzioni proposte in merito all'articolazione
distributiva e funzionale interna ed esterna dei locali;
4. dislocazione ed utilità di eventuali servizi a supporto della struttura.
BUSTA C) OFFERTA ECONOMICA
L'offerta economica in bollo deve essere redatta utilizzando
esclusivamente il Modulo Offerta allegato al presente Bando. L'inserimento
di clausole aggiuntive o la mancata indicazione di quanto riportato nel
Modulo Offerta allegato al presente Bando, comporterà l'esclusione dalla
gara. Dovrà essere indicato l'importo in cifre e in lettere dell'offerta
complessiva, relativa alla progettazione preliminare, alla progettazione
definitiva e alla progettazione esecutiva, comprensivo delle spese
tecniche e di tutte le prestazioni accessorie indicate al precedente punto
1.3. Qualora al professionista non venisse affidata la progettazione
esecutiva, secondo quanto richiamato al precedente punto 1.3, il compenso
espresso in sede di gara deve intendersi ridotto nella misura del 46%.
L'offerta dovrà essere formulata senza abrasioni o correzioni di sorta.
Deve essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal legale
rappresentante dell'impresa; nel caso di raggruppamento temporaneo di
imprese, l'offerta, a pena di
esclusione, dovrà essere firmata dai rappresentanti di tutte le imprese
raggruppate, contenere la specificazione degli interventi che saranno
eseguiti dalle singole imprese e l'impegno che, in caso di aggiudicazione,
le stesse si conformeranno alla disciplina di cui all'art. 11 del D. Lgs.
n.157/95.
Nel caso di discordanza tra l'importo complessivo delle progettazioni in
cifre e in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per
l'Amministrazione ai sensi dell'art. 72, comma 2, del R.D. 827/1924.
Le offerte delle ditte partecipanti sono vincolanti per 6 mesi dalla data
di scadenza della presentazione dell'offerta.
Non sono ammesse offerte condizionate in aumento o riferite a solo parte
del servizio oggetto di appalto.
3. SUBAPPALTO
E' ammesso il subappalto solo delle prestazioni specialistiche e di
servizio alla progettazione, nei limiti previsti dal D.P.R. n. 554/99.

4. GARA
4.1 La gara è indetta per il giorno 13/09/2002 alle ore 9,30 presso la
sede dell'Area Patrimonio e Infrastrutture della Provincia, Corso
Garibaldi, 26, Reggio Emilia.
4.2 L'apertura delle buste è pubblica.
4.3 La gara sarà esperita con il metodo di cui all'art. 23, comma 1, lett.
b) del D. Lgs. 157/95 - offerta economicamente più vantaggiosa determinata
con i criteri di cui al successivo punto 4.4.
In data 13/09/2002 alle ore 9,30, la Commissione procederà alla verifica
della regolarità della documentazione amministrativa contenuta nella busta
A, alla lettura dei criteri adottati per la valutazione degli elaborati
tecnici e quindi all'apertura della busta B. In seduta segreta analizzerà
gli elaborati tecnici e attribuirà i punteggi ad essi relativi. La ditta
che al termine di questa fase non abbia ottenuto un punteggio superiore al
50% dei punti disponibili ad eccezione di quelli riservati all'offerta
economica, sarà esclusa dal proseguimento della gara, ritenendosi
l'offerta insufficiente.
In una terza fase la Commissione, in seduta pubblica, renderà noti i
punteggi attribuiti agli elaborati tecnici, aprirà la busta C, attribuirà
il relativo punteggio e formerà la graduatoria complessiva finale.
Risulterà aggiudicataria l'impresa la cui offerta avrà ottenuto il
punteggio complessivo più elevato.
Si procederà all'aggiudicazione anche nel caso in cui venga presentata una
sola offerta, se ritenuta accettabile.
In caso di offerte uguali si procederà all'aggiudicazione mediante
sorteggio.
L'aggiudicazione provvisoria disposta dalla Commissione non costituisce la
conclusione del contratto, che sarà stipulato dopo l'intervenuta
esecutività della determinazione dirigenziale di affidamento dell'appalto.
4.4 Criteri di aggiudicazione.
B1.1.1) - MAX PUNTI 8;
B1.1.2) - MAX PUNTI 8;
B1.1.3) - MAX PUNTI 4;
B1.2.1 - MAX PUNTI 12;
B1.2.2 - MAX PUNTI 8;
B1.2.3 - MAX PUNTI 5;
B1.2.4 - MAX PUNTI 3;
B1.2.5 - MAX PUNTI 3;
B1.3 - MAX PUNTI 9.
La Commissione attribuirà i punteggi relativi a quest'ultimo punto,
utilizzando la seguente formula:
a) se l'offerta migliore prevede fino a 15 giorni di riduzione complessiva
dei tempi per le 3 diverse fasi progettuali:
Punteggio = 1 x n. giorni di riduzione complessiva offerta in esame / n.
giorni di riduzione complessiva offerta migliore.
b) se l'offerta migliore prevede da 16 fino a 30 giorni di riduzione
complessiva dei tempi per le 3 diverse fasi progettuali:
Punteggio = 2,5 x n. giorni di riduzione complessiva offerta in esame / n.
giorni di riduzione complessiva offerta migliore.
c) se l'offerta migliore prevede da 31 fino a 45 giorni di riduzione
complessiva dei tempi per le 3 diverse fasi progettuali:
Punteggio = 4,5 x n. giorni di riduzione complessiva offerta in esame / n.
giorni di riduzione complessiva offerta migliore.
d) se l'offerta migliore prevede da 46 fino a 60 giorni di riduzione
complessiva dei tempi per le 3 diverse fasi progettuali:
Punteggio = 6,5 x n. giorni di riduzione complessiva offerta in esame / n.
giorni di riduzione complessiva offerta migliore.
e) se l'offerta migliore prevede oltre 60 giorni di riduzione complessiva
dei tempi per le 3 diverse fasi progettuali:
Punteggio = 9 x n. giorni di riduzione complessiva offerta in esame / n.
giorni di riduzione complessiva offerta migliore.
Nel caso in cui non venisse specificata in sede di offerta la suddivisione
dei tempi delle 3 fasi di progettazione, la riduzione dei tempi
complessivamente indicati verrà ripartita proporzionalmente ai tempi
massimi previsti nel Bando per ciascuna fase.
B1.4 - MAX PUNTI 3. Saranno valutate fino ad un massimo di 3 punti le ISO
9001 e fino ad un massimo di 1 punto le ISO 9002. Potranno essere
assegnati punteggi diversi nel caso di ATI, o nel caso di certificazione
non perfettamente congruente con l'oggetto dell'appalto;
B1.5 - MAX PUNTI 12. Sulla scorta della relazione illustrativa degli usi
potenziali previsti e delle principali attività svolte dai Servizi della
Provincia e dei relativi allegati, aventi mera funzione di definizione di
massima delle attuali esigenze dell'Ente, sarà valutata l'analiticità, la
logicità e la congruenza dei contenuti della relazione, con riferimento a
ciascuno dei quattro elementi indicati.
Ai fini della determinazione dei punteggi per i criteri di cui alle
lettere B1.1.1), B1.1.2), B1.1.3) e B1.2, la Commissione applicherà il
metodo del confronto a coppie.
C Valutazione dell'Offerta economica - MAX PUNTI 25.
La Commissione attribuirà i punteggi utilizzando la seguente formula:
Punteggio = 25 x Prezzo onorario netto migliore / Prezzo onorario netto in
esame.
5. ADEMPIMENTI POST AGGIUDICAZIONE
Dopo l'aggiudicazione dell'appalto, l'Amministrazione ne darà formale
comunicazione all'Affidatario richiedendo nel contempo quanto segue:
- la documentazione necessaria a comprovare le dichiarazioni presentate in
sede di domanda di partecipazione alla gara;
- la cauzione definitiva di Euro 25.000/00, con le condizioni previste al
punto 4 del paragrafo "Documentazione Amministrativa" del presente Bando.
Tale documentazione dovrà pervenire entro 20 giorni dalla data di
ricevimento della comunicazione di aggiudicazione. Se l'aggiudicatario non
consegnerà quanto richiesto nel termine indicato può essere concesso un
ulteriore termine di 10 giorni, previa applicazione di una penale di Euro
500,00 (Cinquecento/00) al giorno. Se trascorre inutilmente tale secondo
termine o la documentazione non comprovi il possesso dei requisiti di
capacità economica, finanziaria e tecnica previsti per la partecipazione
alla presente gara, l'aggiudicatario viene considerato decaduto e
l'appalto è aggiudicato al concorrente che segue in graduatoria; questo
anche nell'ipotesi in cui l'aggiudicatario non dovesse stipulare il
contratto entro 15 giorni dalla relativa richiesta inoltrata dalla
Provincia.
In questi casi l'Amministrazione incamererà la cauzione provvisoria.
Mentre l'offerente resta impegnato per effetto della presentazione stessa
dell'offerta, l'Amministrazione sarà obbligata nei suoi confronti solo
dopo che la Determinazione di aggiudicazione sarà esecutiva.
Si avverte che la ditta concorrente che ha presentato la migliore offerta,
risultando perciò aggiudicataria dell'appalto, resterà vincolata anche in
pendenza dell'accettazione dell'offerta da parte dell'Amministrazione e
che qualora ricusasse di stipulare il contratto o di dare un qualunque
seguito al medesimo, si procederà all'escussione della cauzione
provvisoria, fatto salvo l'eventuale risarcimento degli ulteriori danni.
L'offerta della ditta aggiudicataria è vincolante per 6 mesi dalla data di
scadenza della presentazione dell'offerta.
L'esecuzione del Servizio potrà avere inizio anche in attesa della stipula
del formale contratto (che dovrà avvenire per Atto Pubblico
Amministrativo, con le clausole di cui alla bozza allegata al presente
Bando) a partire dalla data di ricevimento della lettera di affidamento
dell'incarico.
6. AVVERTENZE GENERALI
E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di una
associazione temporanea o consorzio ovvero di partecipare alla gara anche
in forma individuale qualora abbiano partecipato alla gara medesima in
associazione o consorzio; in tal caso l'Impresa e/o le associazioni di
imprese e/o i Consorzi verranno esclusi dalla gara.
Si precisa che costituisce causa di esclusione dalla gara, oltre alle
cause già riportate esplicitamente nel presente Bando o in esso
richiamate, il verificarsi di anche uno solo dei seguenti casi:
- che manchi la sottoscrizione di anche uno solo dei documenti o
l'autenticazione della stessa, o in alternativa che manchi copia del
documento di identità, ove prescritta;
- che il plico non pervenga alla Provincia di Reggio Emilia entro le ore
12.00 del giorno 12/09/02;
- che l'involucro esterno grande non sia sigillato e non riporti la
dicitura "Offerta per la gara del 13/09/02";
- che il plico contenente l'offerta economica non sia sigillato o non si
possa distinguere dagli altri;
- che l'offerta sia condizionata;
- che manchi o risulti incompleto, o non comprovi i requisiti minimi
richiesti, uno dei documenti indicati al punto 2 OFFERTA del presente
bando.
Tutti gli importi riportati nel presente bando devono intendersi al netto
di IVA se dovuta ai sensi di legge.
Il presente Bando, unitamente alla bozza di contratto di incarico, è
disponibile sul seguente sito Internet: www.provincia.re.it - sezione
"Bandi e Concorsi".
Data invio e ricevimento del Bando all'Ufficio Pubblicazioni Ufficiali
dell'Unione Europea: 10/07/2002.
Responsabile del Procedimento: Ing. Francesco Capuano - Tel. 0522459314.
IL DIRIGENTE DELL'AREA PATRIMONIO E INFRASTRUTTURE
(Ing. Francesco Capuano)
Scheda pratica per "SERVIZIO DI PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA (COMPRESO IL COORDINAMENTO PER LA PROGETTAZIONE, AI SENSI DEL D.LGS. N. 494/96) PER IL RESTAURO E LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPLESSO IMMOBILIARE DELL'EX OSPEDALE PSICHIATRICO GIUDIZIARIO (EX O.P.G.) - EDIFICIO VINCOLATO AI SENSI DELLA L. N. 1089/39 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI - UBICATO A REGGIO EMILIA IN VIA FRANCHI, DA DESTINARSI A SEDE DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA."
Tipologia Gara di appalto - ESITO
Data attivazione 10/07/2002
Data di scadenza 12/09/2002
Aggiudicato Si
Persona di riferimento
Proprietà dell'articolo
modificato: mercoledì 22 novembre 2006