Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home » ente » Bandi e appalti » appalti

GESTIONE DEL PUNTO RISTORO SITO ALL'INTERNO DEL PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
Corso Garibaldi, n. 59 - 42100 Reggio Emilia
Tel. Sede Centrale 0522 444111 - fax 0522 444108
Tel. U.O. Appalti e Contratti 0522 444304 - fax 0522 451714
BANDO DI GARA

DE/cr
Prot. n. 27109/4/2006
All. 4

OGGETTO: Procedura negoziata - trattativa privata, mediante esperimento di
gara informale ex art. 31 del vigente Regolamento per la disciplina dei
contratti, per l'assegnazione della gestione del PUNTO RISTORO SITO
ALL'INTERNO DEL PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO, concesso in uso
dalla Provincia al gestore.
Determinazione dirigenziale n° 84 del 07/03/2006.
Importo a base d'asta: il canone sarà quello risultante dall'offerta
aggiudicataria, avuto presente che lo stesso dovrà avere un importo non
inferiore a € 500,00 il primo anno e che dovrà essere crescente negli anni
successivi. L'importo dovrà essere versato in 2 rate semestrali
posticipate entro 30 giorni naturali e consecutivi dalla fine del semestre
di riferimento. Si precisa altresì che il canone è dovuto per 5 anni
interi (31 ottobre 2006 - 31 ottobre 2011), e che il periodo intercorrente
fra l'apertura del punto ristoro ed il 31 ottobre 2006 è concesso a titolo
gratuito sempre al fine di favorire l'avviamento della struttura.

1. Luogo di esecuzione: Punto ristoro del Parco Pineta di Vezzano
sul Crostolo.
2. Durata del contratto: dal 30 giugno 2006 al 31 ottobre 2011.
3. Criteri di aggiudicazione: il servizio sarà aggiudicato con il
metodo dell'offerta economicamente più vantaggiosa, previsto dall'art. 19
del D. Lgs. 358/92, in base ai seguenti parametri:
a. progetto di sistemazione del Punto Ristoro (fino ad un massimo
di 40 punti). I lavori sono sommariamente indicati nell'art. 6 del
Capitolato Speciale: i concorrenti dovranno produrre un progetto di
massima con allegato un computo metrico estimativo. Verrà giudicata la
completezza e il livello di dettaglio del progetto, la qualità delle
soluzioni proposte e il loro valore estetico con riferimento al contesto
in cui è collocato l'immobile. I lavori eseguiti dovranno essere idonei a
garantire l'ottenimento di tutti i nulla osta occorrenti per lo
svolgimento dell'attività del Punto Ristoro, nessuno escluso;
b. progetto di gestione del Punto Ristoro (fino ad un massimo di 30
punti). Per progetto di gestione si intende una relazione nella quale
specificare le modalità con cui si intende espletare il servizio
(caratteristiche e n° di addetti in relazione ai vari periodi di apertura,
modalità di erogazione del servizio, tipologia dei prodotti offerti con
preferenza per i prodotti tipici della zona e per i prodotti naturali,
ecc.);
c. corrispettivo da riconoscere alla Provincia in qualità di canone
di locazione (fino ad un massimo di 20 punti). In considerazione della
necessità di favorire l'avvio della attività il corrispettivo potrà essere
di importo modesto nel primo anno (purché non inferiore a complessivi
500,00 €) e crescente di anno in anno. Ai soli fini di una corretta
attribuzione del punteggio il calcolo del corrispettivo verrà effettuato
assommando gli importi annui offerti: l'importo della prima annualità
verrà considerato per intero, mentre quelli delle annualità successive
verranno decurtati del 5% per ogni anno. Il punteggio massimo di 20 punti
verrà attribuito a chi offrirà un corrispettivo complessivo nel
quinquennio, calcolato così come descritto nel precedente periodo, non
inferiore a €. 5.000,00: ad importi inferiori verrà attribuito un
punteggio ridotto con la formula della proporzione diretta.
d. curriculum professionale (fino ad un massimo di 10 punti). Il
punteggio sarà assegnato valutando le esperienze maturate dal concorrente
nella gestione di spazi analoghi a quello messo a concorso.
Le relazioni generiche e non dettagliate verranno penalizzate
nell'attribuzione dei punteggi.

4. Elaborati tecnici: Il Capitolato d'Oneri é depositato, per
eventuali consultazioni e richieste di copie, presso il Servizio
Pianificazione Territoriale ed Ambientale - Via Guido da Castello, Reggio
Emilia (Arch. Rossana Cornia - tel. n. 0522 444462), dal lunedì al venerdì
dalle ore 8,45 alle ore 12,45 ed il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore
15.00 alle ore 17.00, ed è disponibile sul sito Internet:
http://www.provincia.re.it - Sezione Bandi.

5. Termine e modalità di presentazione delle offerte:
Coloro che intendono partecipare al presente appalto dovranno far
pervenire a questo Ente, con consegna a mano, in busta sigillata,
controfirmata sui lembi di chiusura, con l'indicazione del mittente, entro
le ore 12,00 del giorno 27/04/2006 a pena di esclusione, i documenti
elencati ai seguenti punti BUSTA A), BUSTA B) e BUSTA C).
L'offerta, in busta chiusa e sigillata, andrà indirizzata a: PROVINCIA DI
REGGIO EMILIA, Corso Garibaldi, 59 - 42100 REGGIO EMILIA.
Sull'esterno della busta dovrà essere chiaramente specificata la seguente
dicitura: "Offerta per la gestione del PUNTO RISTORO SITO ALL'INTERNO DEL
PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO". L’avvenuto ricevimento potrà essere
provato dalla ditta solo ed esclusivamente dal modulo di ricevuta
appositamente rilasciato dall’Ufficio Archivio della Provincia, situato in
Corso Garibaldi, 59 al piano terra. L’orario di apertura dell’Ufficio
Archivio è il seguente: tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore
8.45 alle ore 12.45 ed il martedì e giovedì pomeriggio dalle ore 15.00
alle ore 17.00.
Resta inteso che il recapito dell'offerta tramite servizio postale è ad
esclusivo rischio del mittente.

La busta dovrà contenere:
BUSTA A - documentazione amministrativa:
1) Dichiarazione, in bollo, con cui tutti i legali rappresentanti
dell'Impresa attestino: - la denominazione o ragione sociale dell'Impresa,
l'indirizzo e i recapiti telefonici, nonché i nominativi e i dati
anagrafici di tutti i legali rappresentanti (intendendosi per tali tutti i
soci se si tratta di Società in nome collettivo, tutti gli accomandatari
se si tratta di Società in accomandita semplice, tutti gli Amministratori
muniti di poteri di rappresentanza per ogni altro tipo di società) - si
evidenzia che devono intendersi legali rappresentanti anche coloro che in
base allo Statuto hanno il potere di sostituire temporaneamente altri
legali rappresentanti, come per esempio il Vicepresidente; - il numero e
la data di iscrizione alla Camera di Commercio (ai sensi dell'art. 46 del
D.P.R. 445/2000); - la presa visione ed accettazione integrale delle norme
recate dal "CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE PUNTO RISTORO SITO
ALL'INTERNO DEL PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO"; - che nessuna
impresa controllante o
controllata ha presentato offerta per la presente gara; - di aver preso
conoscenza di tutte le circostanze generali e particolari che possono aver
influito sulla determinazione del prezzo e delle condizioni contrattuali
che potranno influire sull'esecuzione del servizio; - di avere come
oggetto dell'attività d'impresa l'esecuzione di servizi analoghi a quello
da affidare; - che né la Ditta, né i legali rappresentanti, sono incorsi
in nessuna delle cause di esclusione dai pubblici appalti di cui all'art.
11 del D.Lgs. 358/92 (ai sensi degli artt. 47- 48 del D.P.R. 445/2000); -
che la Ditta è in regola con le norme che disciplinano il diritto al
lavoro dei disabili (ai sensi degli artt. 46 - 47 - 48 del D.P.R.
445/2000); - il possesso dei requisiti professionali per l'esercizio
dell'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande di cui
all'art. 6 della L. Regionale Emilia Romagna n. 14/2003 (ai sensi
dell'art. 46 del D.P.R. 445/2000); - il possesso dei requisiti morali
previsti dall'art. 5 - co
mmi 2, 3 e 4 - del D. Lgs. n. 114/98 (ai sensi dell'art. 46 del D.P.R.
445/2000); - di non essere nelle condizioni ostative di cui agli artt. 11,
12, 92 e 131 del T.U.L.P.S. (R.D. n. 773/1931) e che nei propri confronti
e quelli della società non sussistono cause di divieto, decadenza o
sospensione di cui all'art. 10 della L. n. 575/1965 (ai sensi dell'art. 46
del D.P.R. 445/2000).
Per tale dichiarazione può essere utilizzato il modulo A), disponibile sul
sito Internet: http://www.provincia.re.it o presso l'U.O. Appalti e
Contratti della Provincia - tel. n. 0522 444304. Tale modulo dovrà essere
sottoscritto:
dal titolare dell'Impresa in caso di ditta individuale; - da tutti
i soci, in caso di Società in nome collettivo; - da tutti gli
accomandatari in caso di Società in accomandita; - da tutti gli
amministratori muniti di poteri di rappresentanza per ogni altro tipo di
società (si evidenzia che devono intendersi legali rappresentanti anche
coloro che in base allo Statuto hanno il potere di sostituire
temporaneamente altri legali rappresentanti, come per esempio il
Vicepresidente).
Non è necessario autenticare la/e firma/e dei sottoscrittori ma è
indispensabile, a pena di esclusione, allegare copia di un documento di
identità degli stessi.

2) CAUZIONE provvisoria dell’importo di € 3.000,00 (€ tremila/00), da
prestare anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa. La cauzione
provvisoria non potrà essere costituita, a pena di esclusione dalla gara,
allegando all’offerta denaro contante, assegni bancari o circolari. Le
fidejussioni, a pena di esclusione, dovranno prevedere espressamente
quanto segue:
a) la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del
debitore principale e la loro operatività entro 15 giorni a semplice
richiesta scritta della stazione appaltante;
b) validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione
dell'offerta.

3) Attestazione di avvenuto sopralluogo dei locali e dell'area nei quali
dovrà essere prestato il servizio. Tale attestazione sarà rilasciata e
sottoscritta da un dipendente del Servizio Pianificazione Territoriale ed
Ambientale - Via Guido da Castello.
Senza tale attestazione la Ditta sarà esclusa dalla gara.
Il sopralluogo dovrà essere effettuato per l’impresa da un soggetto che
comprovi adeguatamente la rappresentanza della Ditta che intende
partecipare alla gara (se la verifica viene effettuata dal legale
rappresentante è sufficiente che questi consegni all'atto della verifica
stessa, copia del documento di identità. Nel caso che la verifica venga
effettuata da altro soggetto è necessario consegnare copia della lettera
di incarico sottoscritta dal legale rappresentante e copia dei documenti
di identità del delegato e del legale rappresentante stesso).
L'effettuazione del sopralluogo dovrà essere concordata telefonicamente
con l'Arch. Rossana Cornia (tel. n. 0522 444462), e potrà essere
effettuato esclusivamente nei giorni feriali dalle ore 8,45 alle ore 12,45.

BUSTA B - documentazione tecnica:
Relazione sottoscritta dal legale rappresentante, nella quale devono
essere analiticamente e separatamente esposti tutti gli elementi oggetto
di valutazione secondo il seguente schema:
- progetto di sistemazione del Punto Ristoro. Per progetto di
sistemazione si intende un progetto di massima con allegato un computo
metrico estimativo, nel quale saranno specificate le modalità con cui si
intende realizzare i lavori sommariamente indicati nell'art. 6 del
Capitolato Speciale. Verrà giudicata la completezza e il livello di
dettaglio del progetto, la qualità delle soluzioni proposte e il loro
valore estetico con riferimento al contesto in cui è collocato l'immobile.
I lavori eseguiti dovranno essere idonei a garantire l'ottenimento di
tutti i nulla osta occorrenti per lo svolgimento dell'attività del Punto
Ristoro, nessuno escluso;
- progetto di gestione del Punto Ristoro. Per progetto di gestione
si intende una relazione nella quale specificare le modalità con cui si
intende espletare il servizio (caratteristiche e n° di addetti in
relazione ai vari periodi di apertura, modalità di erogazione del
servizio, tipologia dei prodotti offerti con preferenza per i prodotti
tipici della zona e per i prodotti naturali, ecc.).

In caso di imprese riunite, il progetto e la relazione dovranno essere
firmati dai legali rappresentanti di tutte le imprese costituenti il
raggruppamento e dovranno contenere la specificazione degli interventi che
saranno eseguiti dalle singole imprese e l'impegno che, in caso di
aggiudicazione, le stesse si conformeranno alla disciplina di cui all'art.
11 del D.Lgs. n. 157/95.

- curriculum professionale da presentarsi come segue:
a) tipologia dei pubblici esercizi per la somministrazione di
alimenti e bevande a far tempo dal 1° gennaio 2001 al 31 dicembre 2005,
dei quali il concorrente abbia avuto la gestione diretta. Verranno tenuti
in particolare considerazione le gestioni di locali posti all'interno di
parchi;
b) durata complessiva in giorni effettivi di apertura di pubblici
esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande a far tempo dal 1°
gennaio 2001 al 31 dicembre 2005, dei quali il concorrente abbia avuto la
gestione diretta;
c) tipologia di attività svolta a far tempo dal 1° gennaio 2001 al
31 dicembre 2005 per la gestione complessiva analoga a quella di cui al
presente appalto.

Ai fini della valutazione si prenderanno in considerazione solo i servizi
relativi al periodo 01.01.2001/31.12.2005.

BUSTA C - offerta economica:
- Offerta economica in bollo, in busta chiusa e sigillata redatta in
lingua italiana, utilizzando il modulo offerta disponibile sul sito
Internet http://www.provincia.re.it - Sezione Bandi, con indicazione del
canone annuale da corrispondere alla Provincia. Si precisa che l'importo
dei canoni dovrà essere crescente di anno in anno, e comunque non
inferiore a complessivi €. 500,00 per il primo anno. Nel caso vengano
indicati importi inferiori a quelli minimi richiesti, l’offerta verrà
esclusa dalla gara.
L'offerta dovrà essere timbrata e firmata dal rappresentante legale
dell'Impresa.
In caso di Raggruppamento di Imprese non ancora costituito l'offerta dovrà
essere timbrata e firmata dai legali rappresentanti di tutte le imprese
costituenti il raggruppamento.
Nel caso di differenze tra gli importi in cifre e in lettere, varrà
l'importo più vantaggioso per l'Amministrazione, ai sensi dell'art. 72,
comma 2, R.D. n. 827/24.

Cause di esclusione dalla gara:
- che manchi la sottoscrizione di anche uno solo dei documenti o l’
autenticazione della stessa, o in alternativa che manchi copia del
documento d'identità, ove prescritta;
- che il plico non pervenga alla Provincia di Reggio Emilia entro
le ore 12.00 del giorno 27 aprile 2006;
- che l'involucro esterno grande non sia sigillato e non riporti la
dicitura “Offerta per la gestione del PUNTO RISTORO SITO ALL'INTERNO DEL
PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO”;
- che il plico contenente solo l'offerta economica non sia
sigillato e non riporti la dicitura “Offerta economica”;
- che l'offerta sia condizionata;
- che manchi o risulti incompleto uno dei documenti indicati ai
punti BUSTA A), BUSTA B), BUSTA C) del presente bando;
- indicazione dell'offerta economica da chiudersi nella busta C),
in altri documenti da racchiudersi nella busta A) e nella busta B).

ALTRE INFORMAZIONI DI GARA.
La Commissione di Gara procederà, in seduta riservata, alla verifica della
regolarità della documentazione amministrativa contenuta nella busta A,
quindi all'apertura della busta B, analizzerà gli elaborati tecnici ivi
contenuti e attribuirà i punteggi ad essi relativi. Successivamente aprirà
la busta C, attribuirà il relativo punteggio e formerà la graduatoria
complessiva finale. Risulterà aggiudicataria l'impresa la cui offerta avrà
ottenuto il punteggio complessivo più elevato.
I risultati di gara saranno pubblicati sul sito Internet:
http://www.provincia.re.it dal 30.05.2006 al 30.06.2006.

La Provincia si riserva la facoltà di verificare le dichiarazioni
rilasciate dall'aggiudicatario in sede di gara.

Resta inteso che il recapito dell'offerta è ad esclusivo rischio del
mittente; la stessa non potrà essere revocata o sostituita trascorso il
termine di scadenza.

Non sono ammesse offerte in diminuzione, condizionate, espresse in modo
indeterminato o con riferimento a offerte di altra gara d'appalto.
In caso di offerte uguali si procederà a norma dell'art. 77 R.D. n. 827/24.

La Provincia si riserva di non aggiudicare il Servizio. In tal caso le
ditte partecipanti alla gara non potranno vantare alcun diritto nei
confronti della Provincia, nè per danno emergente, nè per lucro cessante.
Verranno escluse dalla gara le offerte non ritenute idonee dal punto di
vista qualitativo (devono intendersi tali le offerte che non
raggiungeranno il punteggio minimo di 41 punti relativamente ai parametri
diversi da quello dell'offerta economica).

Si procederà all'aggiudicazione del servizio anche nel caso pervenga una
sola offerta, se ritenuta idonea.

Dopo l'assegnazione del servizio la Ditta aggiudicataria dovrà pagare a
questa Provincia l'importo che sarà successivamente indicato per tutte le
spese contrattuali. Il contratto sarà redatto in forma di scrittura
privata.
Le condizioni del contratto sono indicate nel Capitolato d'Oneri per la
gestione del punto ristoro sito all'interno del Parco Pineta di Vezzano
sul Crostolo.

L'Impresa potrà svincolarsi dalla propria offerta solo dopo il 31.10.2006
se nel frattempo non sarà stata dichiarata aggiudicataria.

Informazioni di carattere amministrativo potranno essere assunte presso
l'U.O. Appalti e Contratti (tel. n. 0522/444304 - Fax. n. 0522/451714).
Informazioni di carattere tecnico potranno essere richieste presso il
Servizio Pianificazione Territoriale ed Ambientale U.O. Parchi e
Valorizzazione del Paesaggio - Via Guido da Castello, Reggio Emilia
(Arch. Rossana Cornia - tel. n. 0522 444462)

Responsabile del procedimento ex L. n. 241/90: Dott. Deolmi Ermenegildo.

Non si effettua servizio telefax. Il presente bando integrale e il
Capitolato d'Oneri sono consultabili anche sul seguente sito Internet:
http://www.provincia.re.it - Sezione Bandi.

Reggio Emilia, lì 30/03/2006


Servizio Appalti, Contratti e Patrimonio
Il Dirigente
(Dott. Ermenegildo Deolmi)
Scheda pratica per "GESTIONE DEL PUNTO RISTORO SITO ALL'INTERNO DEL PARCO PINETA DI VEZZANO SUL CROSTOLO"
Tipologia Gara di appalto - ESITO
Data attivazione 29/03/2006
Data di scadenza 27/04/2006
Aggiudicato Si
Persona di riferimento
Proprietà dell'articolo
modificato: mercoledì 22 novembre 2006