Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home ╗ ente ╗ Comunicati Stampa

INFOSTRADE. Sp 73 chiusa a Borsea di San Polo

Tutte le variazioni al traffico sulle strade provinciali per lavori o dissesti

La Provincia di Reggio Emilia informe che su alcuni tratti di strade provinciali, a causa di fondi stradali deformati e dunque potenzialmente pericolosi per i veicoli che procedono a velocità sostenuta, sono stati introdotti nuovi limiti di velocità.

Dal 14 marzo si viaggia con limite di velocità a 50 km/h in un tratto di circa due chilometri della Sp 113 Tangenziale per Correggio denominato viale Glauco Monducci, in comune di Reggio Emilia, e in un tratto di 6 chilometri (dal km 6 al km 12) della Sp 111 Asse di Val d’Enza, tra Gattatico e Poviglio. Sulla stessa Sp 111, dal km 12 al km 13+500, il limite di velocità è invece di 30 km/h. 
Anche sulla Sp 27, in prossimità della località Fontanelle di Baiso, dall’11 marzo si viaggia con limite di velocità a 30 km/h a causa del fondo stradale dissestato per effetto della riattivazione di un esteso fronte di frana. Il provvedimento rimarrà in vigore fino al termine dei lavori di ripristino.
Dal 14 marzo si viaggia con limite dei 30 km/h e a senso unico alternato regolato da impianto semaforico sulla Sp 28 “Reggio Emilia-Montecchio-Ponte Enza”, in comune di Cavriago, dove dal km 4+000 al km 5+000 a margine dei ponti compresi tra il km 4 e il km 5 si verificano numerosi allagamenti in caso di pioggia, provocati dall'accumulo di materiali e detriti che si sta provvedendo a rimuovere.

Sulla Sp 9 delle Forbici, in località Pioppa di Villa Minozzo, a seguito delle incessanti piogge di fine febbraio si è invece verificato il cedimento del piano viabile e della scarpata di valle: al fine di consentire il transito in condizioni di sicurezza, fino al termine dei necessari lavori di ripristino, si viaggerà pertanto a senso unico alternato regolato da impianto semaforico e con limite di velocità a 30 km/h

Si viaggia a senso unico alternato, in questo caso regolato a vista, e con limite di velocità a 30 km/h anche sulla Sp 7 Pratissolo-Felina, all'incrocio con la Sp 64 in località Monte Faraone di Carpineti, dove si è verificato uno scivolamento del materiale della scarpata di monte sulla sede stradale, potenzialmente pericoloso per la circolazione dei veicoli.

Sulla Sp 79 “Cerezzola-Trinità-Gombio-Feriolo”, tra Soraggio e Predolo in comune di Castelnovo Monti, si è invece verificato il cedimento della scarpata di monte: al fine di rendere sicura la circolazione dei veicoli, è stato quindi istituito un restringimento della carreggiata, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h fino al termine dei conseguenti lavori di ripristino.

Sulla Sp 18 – per un tratto di circa un chilometro in comune di Ligonchio che va dall’incrocio con la strada comunale di Corea all’incrocio con la Sp 59) – è stato vietato il transito ai mezzi pesanti (massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate). Il provvedimento è stato adottato per consentire lo svolgimento in sicurezza di lavori di manutenzione delle travi dell'impalcato del ponte posto sulla condotta Enel.

La Provincia di Reggio Emilia informa inoltre che - a causa di cedimenti stradali potenzialmente pericolosi per la circolazione dei veicoli che procedono a velocità sostenuta – dal 14 ottobre fino al termine dei necessari lavori di ripristino si viaggia con limite di velocità a 30 km/h anche sulla Sp 11 Vezzano sul Crostolo (dai pressi dell’abitato di Paderna al confine con il comune di Casina) e sulla Sp 21, nei pressi del centro abitato di Puianello di Quattro Castella.

Sull’intero tratto della Sp 5 Novellara-Reggiolo, a causa del fondo stradale dissestato che i tagli alle risorse delle Province non permettono di ripristinare in tempi rapidi, dal 24 settembre è stato introdotto il limite di velocità a 50 km/h.

Dal 18 agosto sulla Sp 98 Fondovalle Tresinaro, per un tratto di circa 300 metri in comune di Carpineti, si viaggia con limite di velocità a 30 km/h a causa di un cedimento della sede stradale, potenzialmente pericoloso per la circolazione dei veicoli che procedono a velocità sostenuta. Il provvedimento, adottato al fine di consentire il transito in condizioni di sicurezza, rimarrà in vigore sino al termine dei conseguenti lavori di ripristino.

Sulla Sp 21 Albinea-Montecavolo – per un tratto di circa un chilometro e mezzo in comune di Albinea che va dalla fine del centro abitato di Botteghe alla rotatoria con la variante di Puianello – dal 9 settembre si viaggia con limite di velocità a 50 km/h a causa della presenza di filari di alberi non protetti, con conseguente possibile pericolo per la pubblica incolumità.

Da sabato 8 agosto sulla Sp 15 – per un tratto di circa 11 chilometri compreso tra l’incrocio con la Statatele 63 in località Sparavalle e l’incrocio con la Sp 103 per Taviano, in comune di Ramiseto – si viaggia con limite di velocità a 50 km/h (ad eccezione delle zone già interessate dal limite  dei 30 km/h) fino al termine dei lavori di ripristino di alcuni abbassamenti del piano viabile, al fine di consentire il transito in condizioni di sicurezza.

Dal 30 luglio a causa del piano viabile dissestato, sino al termine dei conseguenti lavori di ripristino per un tratto di circa 50 metri della Sp 7 Pratissolo-Felina, dal km 11+380 al km 11+430 in comune di Viano, al fine di rendere sicura la circolazione dei veicoli si viaggia con limite di velocità a 30 km/h.

Senso unico alternato regolato a vista e limite di velocità a 30 km/h sulla Sp 102 Ramiseto-Lago Calamone, nei pressi del centro abitato di Montemiscoso di Ramiseto, dove si è verificata la rottura di un attraversamento stradale che necessita di ripristino.

La Provincia di Reggio Emilia informa che dal 15 maggio - a causa di cedimenti ed avvallamenti stradali, potenzialmente pericolosi per la circolazione dei veicoli che procedono a velocità sostenuta - si viaggia con limite di velocità a 30 km/h sulla Sp 63 Albinea-Regnano-Casina, al km 1+600 in comune di Albinea, e sulla Sp 11 Braglie-Torre – Casina nei pressi di Paderna di Vezzano sul Crostolo. Limite dei 50 km/h invece a Casalgrande sulla Sp 467  di Scandiano, dalla rotatoria di Dinazzano all'innesto con gli svincoli con la Sp 51 per Rubiera, per fondo stradale dissestato.

Da martedì 12 maggio  sulla Sp 513R di Val d'Enza, in località Buvolo di Vetto, si viaggerà  a senso unico alternato e con limite di velocità a 30 km/h per consentire lo svolgimento in sicurezza dei lavori di riasfaltatura della sede stradale che comporteranno l'occupazione di parte della carreggiata stradale. Sempre sulla Sp 513R dal 12 al 19 maggio semplice limite di velocità a 30 km/h invece in località Fontaneto di San Polo, all’altezza di via Lenin 18, per lavori di completamento delle opere di straordinaria manutenzione di un muretto di cinta in cemento armato, danneggiato a seguito di incidente stradale.

Inoltre sulla Sp 46 Rolo-Rio saliceto,  in comune di Rolo, per un tratto di circa 150 metri all’altezza del km 4+500, dal 7 maggio si viaggia  a senso unico alternato semaforizzato e con limite di velocità a 30 km/h a causa di un pericoloso cedimento della pavimentazione stradale.

Sempre dal 7 maggio semplice limite dei 30 km/h invece a Reggio Emilia sulla Sp 3 per Novellara, nel tratto denominato viale dei Trattati di Roma, a causa del fondo stradale dissestato, potenzialmente pericoloso per la circolazione dei veicoli che procedono a velocità sostenuta.

Da giovedì 2 aprile su due strade provinciali in comune di Villa Minozzo - a causa del fondo stradale dissestato, potenzialmente pericoloso per la circolazione dei veicoli che procedono a velocità sostenuta - al fine di consentire il transito in sicurezza verrà introdotto il limite di velocità a 50 km/h, ad eccezione dei tratti dove è già presente il limite di velocità a 30 km/h. Il provvedimento, che rimarrà in vigore fino al termine dei conseguenti lavori di ripristino, riguarda la Sp 9 delle Forbici per un tratto di circa 20 chilometri dalla fine del centro abitato di Case Zobbi all’inizio del centro abitato di Civago e la Sp 96 “Civago-Riaccio” in tutto il tratto compreso in comune di Villa Minozzo.

Dal 27 marzo è chiusa al transito la Sp 73 “San Polo-Canossa-Castello”, nei pressi della località Borsea di San Polo d'Enza, a causa di un cedimento della sede stradale che ha interessato completamente l’asse viabile. Fino al termine dei lavori di ripristino, per consentire il raggiungimento dei centri abitati di Borsea e Grassano, il traffico verrà deviato sulla Sp 78 “ Quattro Castella-Bergonzano-Borsea”. Senso unico alternato a vista e  limite di velocità a 30 km/h invece sulla Sp 11 “Braglie-Torre-Casina”, in località Paderna di Vezzano sul Crostolo, a causa di uno smottamento della scarpata di monte.

Dal 26 marzo a causa di cedimenti di scarpate conseguenti alle intense precipitazioni delle ultime ore, in sei punti di cinque strade provinciali si viaggia a senso unico alternato regolato a vista  con limite di velocità a 30 chilometri all’ora. Questi i tratti interessati dai provvedimenti, che rimarranno in vigore fino al termine dei conseguenti lavori di ripristino: sulla Sp 7 “Pratissolo-Felina” al km 9+300 in prossimità dello svincolo per la zona artigianale di Viano e al km 35+310 a Lamburana di Carpineti; sulla Sp 63 “Albinea-Regnano-Casina” in località Carbonaso di Viano; sulla Sp 73 “San Polo-Canossa-Castello” in località Fratta di San Polo d'Enza; sulla Sp 76 “Carpineti-Castello-Colombaia” tra il centro abitato e il castello di Carpineti; sulla Sp 79 “Cerezzola-Trinità-Gombio-Feriolo” a Bosco di Cernaieto, in comune di Casina.

Dal 25 marzo sulla Sp 7, nei pressi di Monte Faraone, a causa di una frana di monte si viaggia a senso unico alternato a vista con limite di velocità a 30 km/h.

Variazioni al traffico anche in comune di Toano, dove dal 24 marzo in due tratti della Sp 8 - in località Aigume e all'incrocio per il campeggio di Quara – si viaggia con limite di velocità a 30 km/h in quanto la strada è dissestata ed è presente della ghiaia sulla carreggiata. Il provvedimento rimarrà in vigore fino al termine dei lavori di ripristino.

Dal 23 febbraio fino al 7 agosto in seguito alla presenza di un cantiere sulla Sp 467R per la realizzazione di nuova illuminazione e arredo del centro della rotatoria di Dinazzano, in comune di Casalgrande, si viaggia con limite di velocità a 30 km/h. Inoltre, durante alcune delle fasi delle lavorazioni, sarà possibile il restringimento della carreggiata all'interno della rotatoria stessa.

Dal 3 marzo sulla Sp 61 per Ponte Dolo, in prossimità dell'incrocio con la Sp 9  in comune di Villa Minozzo, una frana di valle ha causato il crollo della banchina stradale. Al fine di rendere sicura la circolazione dei veicoli, è stato quindi istituito un senso unico alternato a vista, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h. Solo limite di velocità a 30 km/h invece su tutto il tratto della Sp 107 in comune di Baiso (dall'incrocio con la Sp 7 in centro all'incrocio con la Sp 98 Fondovalle del Tresinaro) e per un tratto di circa 4 chilometri della Sp 27 in prossimità del centro di Baiso fino all'inizio del centro abitato di Roteglia di Castellarano. In entrambi i casi il fondo stradale si presenta infatti dissestato a causa della riattivazione di vari fronti di frana .

Dal 2 marzo sulla Sp 19 Val di Secchia, per un tratto di circa 300 metri in località Quercioli di Carpineti, a causa di una frana il piano viabile è dissestato pertanto si viaggia con limite di velocità a 30 km/h. Il provvedimento rimarrà in vigore fino al termine dei lavori di ripristino.

Dal 25 febbraio sulla Sp 27 Baiso-Roteglia, nei pressi del centro abitato di Baiso, si è verificato uno smottamento della scarpata di valle che ha costretto la Provincia ad adottare un provvedimento di circolazione a senso unico alternato regolato a vista con limitazione della velocità a 30 km/h.

Dal 20 febbraio sulla Sp 54, nei pressi dell'incrocio per la località di Casalino, in comune di Canossa, si viaggia a senso unico alternato a vista e con limite di velocità a 30 km/h a causa di un cedimento della scarpata di valle. I provvedimenti rimarranno in vigore fino al termine dei conseguenti lavori di ripristino.

Dal 16 febbraio sulla Sp 73 “San Polo-Canossa-Castello”, in località La Fratta di San Polo d'Enza, a causa di una frana sulla scarpata di valle si viaggia a senso unico alternato e con limite di velocità a 30 km/h. I provvedimenti rimarranno in vigore fino al termine dei conseguenti lavori di ripristino.

Da sabato 17 gennaio la Sp 73 – chiusa al transito dal 23 dicembre nel tratto fra Grassano e Canossa a causa di una frana - è invece nuovamente percorribile a  senso unico alternato regolato a vista e con limite di velocità a 30 km/h.

Permane invece il divieto di transito per i mezzi con massa a pieno carico superiore a 35 quintali, compresi gli autobus, tra il km 7+800 (incrocio per Carbognano e Vetto di Grassano) ed il km 8+750 (incrocio per Riverzana). Per tali mezzi pesanti i percorsi alternativi saranno i seguenti:

- da Quattro Castella e da San Polo in direzione Casina/Canossa la Sp 513R poi, a Ciano d'Enza, la Sp 54;

- da Montecavolo in direzione Casina/Canossa la Statale 63 poi, a Casina, la Sp 11 e la Sp 54;

- da Casina in direzione di San Polo/Quattro Castella la Sp 54 poi, a Ciano d'Enza, la Sp 513R.

Da martedì 20 gennaio sulla  Sp 8 Cerredolo-Toano-Villa Minozzo, nei pressi della località Quara, in comune di Toano, si viaggia a senso unico alternato regolato a vista e con limite di velocità a 30 km/h a causa di una frana di valle sul lato sinistro. I provvedimenti rimarranno in vigore sino al termine dei lavori di ripristino.

Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

 

ProprietÓ dell'articolo
modificato: lunedý 14 marzo 2016