Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home ╗ ente ╗ Comunicati Stampa

Sicurezza stradale, altri 5 interventi per 1,3 mln

Finanziati con fondi nazionali, ma anche di Provincia e Comuni, saranno realizzati nel 2017 a Reggio, Zurco di Cadelbosco Sopra, Santa Vittoria di Gualtieri, Poviglio e Cerredolo di Toano
Valerio Bussei e il presidente Giammaria Manghi
Valerio Bussei e il presidente Giammaria Manghi

Grazie al Piano nazionale per la sicurezza e a fondi che verranno stanziati anche da Provincia di Reggio Emilia e Comuni interessati, nel 2017 saranno realizzati ben 5 interventi in altrettanti comuni: Reggio Emilia, Cadelbosco Sopra, Gualtieri, Poviglio e Toano.  Il dettaglio delle opere è stato illustrato questa mattina dallo stesso presidente della Provincia di Reggio Emilia,  Giammaria Manghi, e dal dirigente del Servizio Infrastrutture Valerio Bussei.

“Si tratta di una buona notizia per chiudere l’anno perché le risorse per la manutenzione e la messa in sicurezza dei quasi mille chilometri di strade provinciali non sono mai abbastanza”, ha detto il presidente Giammaria Manghi spiegando come “grazie al Piano nazionale per la sicurezza stradale, che abbiamo rimodulato insieme a Regione e Comuni, sarà possibile investire già dai prossimi mesi ben 1,3 milioni per cinque interventi, somma che si aggiunge ai quasi 3 milioni da poco finanziati sempre per asfaltature e messa in sicurezza”.

Oltre ai fondi nazionali, pari a 502.000 euro, le risorse arriveranno dalla stessa Provincia di Reggio Emilia – per 433.000 euro – e da tre dei cinque Comuni interessati dai lavori (140.000 Toano, 129.000 Poviglio e 90.000 euro Reggio Emilia). “In questa provincia si fa comunità anche dal punto di vista finanziario e questo è importante perché ci permette di destinare comunque risorse significative alla sicurezza stradale“, ha sottolineato il presidente Manghi.  

Il dirigente del Servizio Infrastrutture, Valerio Bussei, ha quindi illustrato nel dettaglio i cinque interventi, “che saranno tutti avviati nel corso del prossimo anno a partire probabilmente da quello di Reggio Emilia, visto che il Comune ha già concluso la progettazione definitiva”.

 

Rotatoria la Sp 63R e la Sp 81 a Santa Vittoria di Gualtieri

Il progetto prevede la sistemazione dell’attuale incrocio di Santa Vittoria tra la Sp 63R  e la Sp 81 che presenta una conformazione ad angolo acuto con problemi di visibilità per chi proviene da via Fangaglia. Per un importo di 217.000 euro verrà dunque realizzata una rotatoria a tre rami e diametro esterno di 35 metri, con sensibile aumento per la sicurezza della circolazione dei veicoli e contestuale riduzione delle velocità.

 

Pista ciclopedonale a Zurco di Cadelbosco Sopra

L’intervento rientra nel progetto di messa in sicurezza della Sp 63R tra Zurco e via Molino Traghettino attraverso un insieme coordinato di opere costituite dalla realizzazione di una pista ciclopedonale con una estensione di 1,250 chilometri, suddivisa in due lotti, per un importo complessivo di 657.000 euro. Quello che sarà realizzato il prossimo anno, per 322.000 euro, è il primo lotto, che avrà una lunghezza di 750 metri compresi tra via Fornace e la zona artigianale.

 

Rotatoria tra viale del Partigiano e via Petrolini (Sp 467R) a Reggio Emilia

II Comune di Reggio Emilia ha deciso di non realizzare più una rotatoria all'intersezione tra la Sp 467R (via Fermi) e la strada comunale via Casello Veneri, per non acuire i problemi di congestione del traffico sulla provinciale in corrispondenza degli abitati di Fogliano e Due Maestà. Al suo posto - considerato che la sicurezza stradale sull'asse viario nord-sud costituito da viale Del Partigiano e via Fermi rimane una priorità del comune capoluogo - si è condiviso di realizzare una rotatoria all'intersezione tra Via del Partigiano (denominazione assunta dalla Sp 467R in quel tratto) e la strada comunale via Petrolini, con un diametro esterno di 40 metri, di fronte allo stadio del baseball. L’opera costerà 150.000 euro e, oltre a rendere più sicuri gli accessi con via Petrolini, servirà anche per moderare la velocità sul lungo rettilineo che collega il cavalcavia che si immette su via Martiri di Cervarolo con la rotatoria a otto di via Giovanni XXIII.

 

Rotatoria tra via Romana (Sp 358R) e le vie Alighieri e Cornetole a Poviglio

L’intervento, per una spesa di 250.000 euro, è finalizzato a migliorare la sicurezza della viabilità urbana a Poviglio che nell’attuale incrocio presenta un punto di debolezza, poiché la situazione planimetrica è asimmetrica  creando punti di conflitto e incertezze di manovra, a discapito della sicurezza di pedoni e ciclisti che, in corrispondenza dell’incrocio, si trovano a dover marciare a lato della strada su una fascia non protetta e non adeguata al traffico ciclopedonale. Inoltre l’attuale intersezione presenta una conformazione ad angolo acuto con problemi di visibilità per chi proviene da via Cornetole. Verrà dunque realizzata una rotatoria compatta a tre rami e diametro esterno di 22 metri, con sensibile aumento per la sicurezza e contestuale riduzione delle velocità.

 

Interventi di messa in sicurezza sulle Sp 8 e 486R a Cerredolo di Toano

E’ l’opera con l’importo più elevato, 355.000 euro, e prevede 3 interventi: una pista ciclopedonale lungo la Sp 8 fino alla località La Valle; lavori di miglioramento dell’incrocio tra la Sp 8 e la Sp 486R, nei pressi del Consorzio agrario, e rifacimento del conglomerato bituminoso e della segnaletica nel centro abitato; interventi di moderazione del traffico, compresa l’installazione di uno speed-check, in località La Ca’ sulla 486R in direzione di Montefiorino, finalizzato a indurre comportamenti di guida consoni alle caratteristiche dei tratti stradali.

 

 

 

ProprietÓ dell'articolo
modificato: venerdý 30 dicembre 2016