Danni da terremoto, ampliata la cassa per Italgraniti

Le sedi di San Martino e di Formigine hanno subito lesioni a seguito del sisma del 20 e 29. Saccardi: “Speriamo di riuscire a riprendere i progetti di ristrutturazione prima possibile”

È stato deciso nei giorni scorsi l'ampliamento della cassa integrazione straordinaria per la ditta Italgraniti Group, per gli stabilimenti di San Martino in Rio (RE) e Casinalbo di Formigine (Modena) che hanno subito danni a seguito delle scosse di terremoto del 20 e 29 maggio scorsi.
 “Abbiamo partecipato all’incontro in Regione per l’ampliamento della CIGS per la ditta Italgraniti Group con l'obiettivo di tutelare e salvaguardare il progetto di ristrutturazione aziendale attivato negli anni scorsi e prorogato nel  mese di febbraio – ha spiegato il vicepresidente Pierluigi Saccardi - purtroppo il sisma del 20 e 29 maggio ha colpito questi stabilimenti, abbiamo quindi dovuto concordare tra Regione Emilia Romagna, Province di Reggio Emilia e Modena, azienda, Confindustria ceramica, RSU aziendali e FIiltem Cgil un ampliamento della cassa al fine di tutelare maggiormente azienda e lavoratori.”
“La tutela  riguarda oggi 213 lavoratori, la mia speranza – conclude  Saccardi – è che quanto prima si riesca a mettere in sicurezza le strutture danneggiate, al fine di riuscire a riprendere i progetti di ristrutturazione concordati negli accordi precedenti”.

ProprietÓ dell'articolo
creato: sabato 23 giugno 2012
modificato: sabato 23 giugno 2012