Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina
Ti trovi in:Home ╗ ente ╗ Sedi ed Edifici della Provincia

Palazzo Magnani

BREVI CENNI STORICI
Palazzo Magnani
Palazzo Magnani
C.so Garibaldi 29-31, Reggio Emilia Sede espositiva e uffici
Dove ora si snoda Corso Garibaldi scorreva il Crostolo, e il muro verso levante del cinquecentesco Palazzo Becchi-Magnani, le cui prime notizie risalgono al 1608, Ŕ fatto con i ciottoli del torrente poi deviato fuori dalla cittÓ. Risalgono al 1608 le prime notizie su Palazzo Becchi-Magnani: in quell'anno, e poi per circa un secolo, risulta tra le proprietÓ dei Conti Becchi, per poi passare, all'inizio del Settecento, a un'altra famiglia nobile, i Chioffi, che nel 1841 ne promossero restauri importanti, dando all'edificio la configurazione attuale.
Le successive vicende del palazzo furono piuttosto travagliate: la proprietÓ pass˛ alla Cassa di Risparmio di Reggio Emilia; nel 1877 venne acquistato dalla Famiglia Ottavi, che, infine, nel 1917 lo cedette a un possidente di Villa Gaida, Giuseppe Magnani.
 
La Provincia di Reggio Emilia acquista Palazzo Magnani nel 1989 e subito avvia i lavori di restauro, conclusi con l'inaugurazione del 26 aprile 1997. All'inizio del Settecento, il Palazzo passa in proprietÓ ad un'altra nobile famiglia reggiana, i Chioffi, originari di Castelnovo di Sotto, i quali ne promuovono importanti restauri a partire dal 1841: risalgono a quell'epoca la facciata e lo straordinario atrio d'ingresso, decorato a volte.
 
(Stralci tratti dalla pubblicazione a cura della Provincia di Reggio Emilia del 1997 "Palazzo Magnani" a firma di Sandro Parmigiani e dell'architetto Ivan Sacchetti)
ProprietÓ dell'articolo
modificato: mercoledý 22 novembre 2006