Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

"Bretella di Bosco, opera necessaria"

L'assessore alle Infrastrutture Spaggiari sollecita l'iter progettuale e sottolinea che si stanno ascoltando tutte le idee ed esigenze che vengono avanzate

Confermo la necessità di un sollecito dell'iter progettuale e realizzativo dell’ulteriore collegamento tra la Pedemontana e la Strada Provinciale 467 in località Bosco. Lo scopo di questo collegamento è evidente, infatti con il prossimo completamento del tratto di Pedemontana da Dinazzano a Scandiano, atteso da molti anni, il traffico potrà finalmente trovare un percorso alternativo alla Sp 467, sgravando un po’ i numerosi nuclei urbani che attraversa. Il collegamento di Bosco servirà poi a distribuire il traffico tra la Sp 467 e la Pedemontana, diminuendone la concentrazione.
Finalmente la Sp 467 potrà diventare una strada di tipo urbano con un traffico di spostamento tra i centri abitati, regolato da interventi di messa in sicurezza che salvaguardino al meglio pedoni e ciclisti che si spostano da un lato all’altro dei paesi.
La Pedemontana invece sarà la prima parte di un percorso fluido per un traffico di attraversamento e sarà collegata alla tangenziale sud-est di Reggio Emilia (viale Piacentini).
La nostra proposta progettuale individua il percorso già esistente di via Romana e via della Noce a Bosco, aggiunge un nuovo tracciato che oltrepassa Fogliano e le Due Maestà e si collega alla tangenziale sud-est. I due tracciati saranno progettati contemporaneamente e realizzati consecutivamente, in quanto formano un unico tracciato stradale.
Come verrà realizzato questo tracciato, cioè quali saranno le sue caratteristiche progettuali, achitettoniche e paesaggistiche, è ancora da vedere perchè dobbiamo dare l’incarico progettuale. Ora siamo nella fase di raccolta di idee, suggerimenti, proposte. Abbiamo molti contatti con i cittadini, il comitato, i Comuni, la curia, i gruppi politici, le commissioni competenti.
Siamo certi che questo lavoro preparatorio ci permetterà di produrre un progetto preliminare ottimizzato e in grado di tenere nella giusta considerazione le esigenze. Dal progetto preliminare, poi, partirà una nuova fase di presentazione e consultazione dei cittadini.
La Provincia di Reggio Emilia ha fatto della valorizzazione del paesaggio un suo punto di forza ed anche in questo caso non tradiremo le aspettative.


Giuliano Spaggiari

Assessore alle Infrastrutture della Provincia
Proprietà dell'articolo
modificato: sabato 15 novembre 2008