Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

'Spostare la caserma dei Carabinieri da Baiso a Viano'

Il comune di Baiso rinuncia alla caserma dei Carabinieri. Non è uno scherzo, nonostante viviamo un periodo in cui la sicurezza è una priorità e i sindaci di qualsivoglia colore politico chiedono a gran voce allo Stato di incrementare il numero delle forze  dell’ordine e usano nomi di ogni genere per integrare i controlli  con volontari  (guai a chi osa chiamarle ronde), il sindaco di Baiso Alberto Ovi decide di rinunciare ai carabinieri nel territorio del proprio comune. Prendiamo atto della decisione presa pensando che di certo ci sarà una spiegazione logica a tale scelta. Ma ho un dubbio che mi porta  a pensare ad un motivo: considerato che  la locazione della caserma si trova in uno stabile di proprietà comunale, vuoi vedere che si tratta di una semplice manovra per alzare il prezzo di locazione? Forse sono troppo prevenuto, visto che comunque nutro una certa stima nei confronti del sindaco Ovi, spero che i motivi siano altri, visto che altrimenti non si spiegherebbe il concedere case popolari ad extracomunitari gratuitamente, se pur  bisognosi di aiuto, ed allo stesso tempo approfittare in un momento così difficile, nel chiedere un aumento locativo allo Stato, di qualche centinaio di euro in più al mese.
Comunque, qualunque siano le motivazioni di una tale scelta da parte del Comune di Baiso, sarà mia premura informare il sindaco nonché amico Giorgio Bedeschi, ad inoltrare domanda al Comando provinciale, per spostare la caserma a Viano. Già da quando il sindaco Bedeschi era consigliere della Lega all’opposizione, si era più volte battuto per avere una caserma nel proprio territorio, visto il periodo che stiamo attraversando, dove la delinquenza richiede maggiore prevenzione nel controllo del territorio. Sono certo che il sindaco di Viano non si lascerà sfuggire l’occasione e certamente non ne farà una questione di prezzo di locazione, se questo dovesse mai essere il motivo  della rinuncia da parte del Comune di Baiso.

Romano Albertini


Consigliere provinciale della Lega nord

ProprietÓ dell'articolo
modificato: sabato 24 ottobre 2009