Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Rapporto 2011

A fine 2010 i residenti  in provincia di Reggi Emilia sono 530.388. La popolazione straniera ammonta a 69.064 unità (13%) di cui: 7.560 (1,4%) sono cittadini dell’Unione Europea, 61.504 (11,6%) sono cittadini di paesi non UE. Nell’ultimo anno la popolazione residente è aumentata di 5.091 unità (+1%). Analizzando il dato rispetto alla cittadinanza si osserva che: la variazione  dei cittadini italiani è di +538 individui (+0,1%) mentre quella dei cittadini stranieri è di +4.553 (+7,1%). Osservando invece la sola componente straniera l’incremento più significativo interessa i cittadini non UE (+4.238, +7,4%), mentre tra i cittadini dell’UE (+315, +4,3%) si osservano variazioni molto inferiori a quelle registrate negli scorsi anni.
Nei movimenti della popolazione si osserva complessivamente una significativa flessione nel 2009 ed una ripresa nel 2010:
- il saldo naturale della popolazione residente nel 2010 è in crescita, grazie al contributo dei cittadini stranieri (quello degli italiani è negativo)
- il saldo migratorio interno all’Italia ha subito una forte battuta d’arresto, dovuto ad una forte contrazione nelle iscrizioni che riguarda tutte le componenti
- il saldo migratorio con l’estero, in calato nel 2009 rispetto al 2008 e in ripresa nel 2010, è il risultato di iscrizioni di cittadini stranieri e di cancellazioni di cittadini italiani.

La provincia di Reggio Emilia nel contesto regionale e nazionale
Gli aumenti più consistenti della popolazione straniera nell’ultimo anno si sono registrati, in termini percentuali, nelle province di Ferrara (+11,2%), Parma (+9,8%) e Bologna (+8,5%), Reggio è al pen'ultimo posto con il 7,1%.In valore assoluto, la crescita è stata maggiore, nelle province di Bologna (+8.032), Modena (+6.750), Parma (+4.922) e Reggio Emilia (+4.553).
Dal 2008 Reggio Emilia non è più la prima provincia in regione per incidenza di cittadini stranieri sulla popolazione residente, la precede Piacenza.
Nel panorama nazionale, a fine 2010, la provincia di Reggio Emilia è al quarto posto (era terza nel 2007), preceduta da Brescia, Prato (13,6%) e Piacenza (13,4%), ed è seguita da Mantova, Modena, Parma, Milano, Treviso e Verona (prime 10).

Le provenienze
Dal 2008 l’Europa centro-Orientale è la prima area di provenienza dei cittadini stranieri, a fine 2010 raccoglie il 25,4% di presenze.
Le prime 10 nazionalità più rappresentate costituiscono il 74,8% del totale degli stranieri residenti, sono: Marocco (10.163, 14,7%), Albania (7.394, 10,7%), India (6.471, 9,4%), Cina (5.274, 7,6%), Pakistan (4.832, 7,0%), Romania (4.735, 6,9%), Ucraina (3.952, 5,7%), Ghana (2.970, 4,3%), Tunisia (2.962, 4,3%), Moldova (2.892, 4,2%).

I distretti
La maggior parte dei cittadini stranieri risiede nella zona del Comune capoluogo (49,1%), seguono i distretti di Guastalla (16%) e Correggio (11,4%).

Il cosiddetto processo di “femminilizzazione delle migrazioni” ha portato, nel 2010, la presenza delle donne a superare quella degli uomini: sul totale degli stranieri residenti le donne rappresentano oggi il 50,2%, questo grazie soprattutto alla componente europea. Nei cittadini dell’Unione Europea, il rapporto tra i generi risente degli effetti degli ultimi allargamenti: nel 2004 hanno aderito paesi a forte immigrazione femminile (quindi si è passati dal 65,7% al 72,8%), mentre nel 2007, con l’ingresso della Bulgaria, ma soprattutto della Romania, il divario tra uomini e donne si è ridotto scendendo al fino 60,2%, per riaprirsi negli ultimi due anni.

ProprietÓ dell'articolo
modificato: martedý 20 marzo 2012