Vai all'homepage | Vai alla pagina della mappa del sito | Vai alla pagina del motore di ricerca interna al sito | Vai all'inizio della pagina

Vai all'inizio della pagina

Gabrielli: "Siete un esempio per il Paese"

Ospite della Provincia, il capo della Protezione civile ha ringraziato e premiato i volontari. La presidente Masini: "Mi chiedo cosa sarebbe l'Italia senza Reggio Emilia..."
La presidente Masini con Franco Gabrielli
La presidente Masini con Franco Gabrielli

"Voi siete, con i vostri volontari, un esempio per il Paese a cui occorre guardare con grande riconoscenza. I cittadini di questo territorio devono avere la consapevolezza di poter contare su un ottimo sistema di protezione civile, al quale devono continuare a partecipare. Questa è la vera differenza: la partecipazione della gente". Parole del capo della Protezione civile Franco Gabrielli che questa mattina, ospite della Provincia di Reggio Emilia, ha incontrato a palazzo Allende la presidente Sonia Masini, il prefetto Antonella De Miro, i sindaci, gli operatori e i volontari della Protezione civile. E proprio ai volontari è andato più volte il ringraziamento di Gabrielli: "A loro non finiremo mai di dire grazie".

Nel corso dell'incontro è stato fatto il punto sul sistema della Protezione civile, a partire dalla macchina organizzativa reggiana, e sono stati consegnati gli attestati di merito ai rappresentanti delle associazioni di volontariato.

 

"Qui ci sono persone che per dedizione al bene comune si impegnano per il loro Paese. Un bell'esempio - ha commentato la presidente della Provincia Sonia Masini -. Sappiamo che quando qualcuno ha bisogno da Reggio Emilia si è in grado di partire subito, con grande generosità, competenza, professionalità e umiltà. Qui siamo abituati a lavorare sodo, a far funzionare le istituzioni. Lavoriamo con grande senso del dovere perché sappiamo che dal lavoro comune, dalla collaborazione forte otteniamo risultati importanti. Generosità e capacità di fare squadra sono un grande valore di questa terra. A volte mi chiedo come sarebbe l'Italia senza Reggio Emilia. Siamo grati al prefetto Gabrielli per la sua visita. Con la sua presenza testimonia l'attenzione per la nostra terra".

 

"Questa è una terra speciale - ha affermato il prefetto Antonella De Miro - per qualità e impegno degli amministratori, per capacità di fare rete fra istituzioni del territorio e statali, capacità di dare risposta ai cittadini per la qualità di servizi. Una terra speciale anche per la capacità della società civile di essere presente e di voler essere protagonista del proprio territorio. Questo dna reggiano ha favorito la realizzazione di un sistema composito e complesso che vede tutti attenti e pronti, con una Provincia impegnata con grande competenza per un servizio di grande interesse pubblico".

 

"La presenza del prefetto Gabrielli ci dà l’occasione di rinsaldare un’alleanza del territorio che ci vede tutti concorrere al bene comune, alla condivisione delle scelte. Protezione civile significa principalmente prevenzione - ha aggiunto l'assessore del Comune di Reggio Franco Corradini -. Occorre aprire una stagione importante per evitare tragedie dovute a incuria e non cultura territoriale. In questa sede voglio anche ringraziare la Provincia per quanto fatto in particolare sul fronte dell’emergenza profughi, si è prodigata e impegnata non solo per dare accoglienza e solidarietà, ma anche una prospettiva per quelle persone".

 

Il consigliere Marco Barbieri, in rappresentanza della Regione, ha ricordato come l'Emilia Romagna sia stata la prima a siglare un protocollo con linee guida e un modello d'intervento coordinato: "Il nostro è un sistema integrato, la gestione dell'emergenza umanitaria altrimenti non avrebbe funzionato, senza unitarietà di risposta non saremmo stati in grado di accogliere 1700 profughi. Anche la neve e il gelo dei mesi scorsi hanno dimostrato l’efficienza del nostro sistema".

 

In chiusura di mattina l'intervento del capo della Protezione civile: "Ringrazio la presidente Masini per questo invito. Sono doppiamente felice d'essere qui anche per il rapporto d'amicizia che mi lega al vicepresidente Pierluigi Saccardi e al consigliere Marco Barbieri - ha esordito Gabrielli -. Rendo omaggio e ringrazio un sistema di protezione civile di cui un intero Paese va fiero, che coniuga la generosità con la capacità di fare sistema, capacità di essere presente non solo su questo territorio, ma anche dove c’è bisogno".

 

Sul tema delle risorse: "Oggi il Paese vive una condizione di grave difficoltà - ha proseguito Gabrielli - e si è immaginato di fare un percorso di razionalizzazione e a volte di compressione dell'impiego delle risorse. Bisogna avere questa consapevolezza. La ristrettezza delle risorse non deve essere però un alibi. Quando le risorse sono scarse bisogna mettere in moto altri meccanismi, che per fortuna questo territorio ha. Ad esempio investire sul volontariato".

 

In chiusura il prefetto Gabrielli ha consegnato gli attestati di merito ai rappresentanti delle associazioni di volontariato e agli enti del sistema della Protezione civile provinciale. Di seguito l'elenco dei premiati:

Associazione guide e scout cattolici Italiani

Aiut Appennin

Associazione geometri volontari

Associazione nazionale alpini

Associazione radioamatori italiani

Bentivoglio

Ass. naz. Carabinieri in congedo - Nucleo Protezione Civile S.Genesio

Club Titanic Reggio Emilia

CNGEI

Croce Arancione Val D'Enza  - Montecchio

Croce Bianca - Sant'Ilario d'Enza

Croce Rossa italiana

Croce Verde Alto Appennino

Croce Verde - Reggio Emilia

Croce Verde - Villa Minozzo

Associazione di PC Eridanus

Gruppo Comunale Brescellese

Gruppo Comunale Vol. Protezione Civile Carpineti

Gruppo Volontari Città del Tricolore

Gruppo Volontari Prot. Civile Albinea

Guardie Ecologiche Volontarie della Legambiente

I Ragazzi del Po

Icaro

Il Campanone

Il Torrazzo

P.A. Croce Verde Castelnovo Monti

Pubblica Assistenza e Soccorso - Castelnovo Sotto

Pubblica Assistenza e Soccorso - Vetto d'Enza

Paese Pronto

Radio Club Antenna Amica

Raggruppamento GGEV

San Venerio

Sesto Continente

Team Reggio Fuoristrada

Vigilanza Antincendio Boschivo (V.A.B.)

Val d'Enza Radiocomunicazioni

Associazione Farmacisti volont. Prot.Civile di Reggio Emilia

Volovelistica Tricolore

Corpo Comunale Volontari della Sicurezza

ProprietÓ dell'articolo
modificato: venerdý 16 marzo 2012