Esplora contenuti correlati

Infrastrutture, mobilità e trasporti

Per muoversi, avvicinare le persone fra di loro e con i luoghi

Le infrastrutture stradali sono assi viari, ponti, manufatti e quant’altro l’uomo costruisca per consentire gli spostamenti. Collegare in modo agevole e veloce i territori nell’ambito provinciale e verso le altre città della regione, del paese e dell’Europa è un’indubbia necessità in questo mondo sempre più globalizzato. L’obiettivo è di assicurare spostamenti più rapidi e sicuri e liberare dal traffico i centri abitati, migliorando così la qualità della vita dei cittadini.
La Provincia di Reggio Emilia si occupa della realizzazione di nuove infrastrutture stradali, provvede all’ammodernamento e alla manutenzione e sicurezza degli assi viari esistenti, oltre che effettuare le necessarie modifiche alla viabilità a causa di interventi o a seguito di eventi meteorologici intensi e dissesti, emettendo contestualmente le relative “ordinanze” ed atti.

Insieme al lavoro per la realizzazione e manutenzione delle infrastrutture, la Provincia svolge numerose attività sulla mobilità sostenibile. Mobilità sostenibile significa preferire di effettuare i propri spostamenti a piedi o con l’uso della bici, qualora possibile, o con i mezzi pubblici o il trasporto privato in gruppi (car pooling ed altri), e ridurre così l’utilizzo del proprio veicolo. Ma significa anche diminuire le emissioni di gas di scarico non incidendo sulla qualità dell’aria che respiriamo, e limitare la congestione del traffico, le file, gli ingorghi e il rumore nei luoghi dove viviamo. Tutto questo dipende dalle scelte di ognuno di noi. La Provincia mette in atto numerose azioni concrete come, ad esempio, la progettazione e realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali, la realizzazione di progetti europei e locali, e promuove iniziative e campagne di sensibilizzazione.

Nel settore dei trasporti e dei trasporti eccezionali, la Provincia esercita competenze amministrative, principalmente con il rilascio delle licenze per il trasporto merci e le concessioni stradali. Inoltre regola le attività delle autoscuole, delle scuole nautiche e dei centri di revisione automobilistica, approva i piani di dotazioni comunali di taxi e gestisce l’Albo provinciale degli autotrasportatori.

Comunicati stampa

Passa il Giro, tutte le strade provinciali chiuse

Martedì 11 maggio transito interrotto su diverse provinciali nei cinque comuni reggiani attraversati durante la quarta tappa Piacenza-Sestola: San Polo, Canossa, Casina, Carpineti e Toano

Vetto, da sabato riapre la Sp 10 per il Parmense

Per consentire l’ultimazione dei lavori di messa in sicurezza della parete rocciosa per alcuni giorni il transito avverrà a senso unico alternato e con limite di velocità a 30 chilometri all’ora

Carpineti, Sp 76 chiusa per lavori dal 26 al 28 aprile

Nell’ambito delle riasfaltature per il passaggio della quarta tappa del Giro d’Italia l’11 maggio. Senso unico alternato invece dal 26 al 30 aprile sulla Sp 36 a Cigarello
Pubblicato: 06 Febbraio 2020Ultima modifica: 09 Giugno 2020