Il nuovo direttore generale Ausl incontra la Ctss

La dottoressa Marchesi ha illustrato gli obiettivi di mandato: "Ogni decisione, per garantire cura e assistenza in sicurezza, dovrà obbligatoriamente tenere conto della ‘nuova normalità’ del Covid"

Il nuovo direttore generale Ausl-Irccs di Reggio Emilia, Cristina Marchesi, ha illustrato questa mattina alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria (Ctss) gli obiettivi di mandato fino al 2024. Ad aprire i lavori, tenutisi in videoconferenza attraverso la piattaforma Lifesize, è stato il presidente della Provincia di Reggio Emilia e della stessa Ctss, Giorgio Zanni, che a nome di tutti i sindaci ha espresso alla dottoressa Marchesi “i migliori complimenti e un caloroso in bocca al lupo per il lavoro che l’attende, che cercheremo, per quanto compete la Ctss, di fare tutti insieme come avvenuto nei mesi passati, nei quali abbiamo avuto più volte modo di apprezzare la sua professionalità e disponibilità”. Una stima, per altro, confermata nei giorni scorsi dal parere favorevole espresso, all’unanimità, dell’Ufficio di presidenza della Ctss alla proposta di nomina della Regione Emilia-Romagna.

“Il mio mandato è sicuramente in continuità con le linee strategiche tracciate dalla direzione precedente, guidata dal dottor Fausto Nicolini, che voglio ringraziare anche in questa sede per l’ottimo lavoro svolto in tutti questi anni e per la lungimiranza con cui ha guidato quest’azienda sino alla fusione con l’arcispedale Santa Maria Nuova”, ha detto il nuovo direttore generale Cristina Marchesi.

“Gli obiettivi di mandato che la Regione Emilia-Romagna ha assegnato ai nuovi direttori generali devono necessariamente tenere conto della particolare situazione che stiamo vivendo a causa del Covid-19, purtroppo non ancora scomparso, per cui ogni scelta, ogni decisione, per poter garantire cura e assistenza in sicurezza, dovrà obbligatoriamente tenere conto di questa ‘nuova normalità’“, ha aggiunto la dottoressa Marchesi.

Pubblicato: 16 Luglio 2020