Termoscanner fissi nelle sedi della Provincia

Nel rispetto della privacy consentono un’agevole e puntuale rilevazione della temperatura di dipendenti e utenti che (su appuntamento) debbano rivolgersi agli uffici provinciali

Da oggi, all’ingresso delle tre sedi della Provincia di Reggio Emilia, sono in funzione altrettanti termoscanner fissi per la rilevazione della temperatura di chi accede agli uffici. Dotati di normale videocamera e di una termocamera ad infrarossi, consentono un’agevole rilevazione della temperatura, obbligatoria sia per il personale, sia per i cittadini e gli utenti che debbano rivolgersi agli uffici.

L’interfaccia con l’utilizzatore è costituita da un display da 7 pollici sul quale appare la sagoma della testa e delle spalle da utilizzare quale riferimento per posizionarsi correttamente ed alla giusta distanza, in modo che la temperatura misurata sia corretta. In un paio di secondi, sullo schermo appare la temperatura rilevata e una guida vocale – se la temperatura è nei limiti previsti (entro 37,5 gradi) oppure superiore – comunica il consenso ad accedere o l’eventuale divieto ad accedere agli uffici.

La rilevazione è istantanea e la procedura avviene nel pieno rispetto della privacy tanto dipendenti quanto del pubblico perché la temperatura non viene registrata e gli scanner non sono collegati ad alcun archivio.

I termoscanner fissi sono stati installati all’ingresso di Palazzo Allende, in corso Garibaldi 59, e delle sedi della Provincia in piazza Gioberti e in corso Garibaldi 26, che ospitano rispettivamente il Servizio Pianificazione territoriale ed il Servizio Infrastrutture e l’Unità speciale per l’edilizia scolastica e la sismica.

Si ricorda che l’accesso del pubblico alle sedi della Provincia può avvenire solo su appuntamento, dopo aver contattato gli uffici interessati.

Pubblicato: 14 Ottobre 2020