Rimborso forfettario

Aspetti generali

Quando è dovuto il pagamento del rimborso forfettario

Il pagamento del rimborso forfettario è dovuto per tutte le pratiche sismiche presentate nei comuni della Provincia di Reggio Emilia, ad eccezione del solo comune capoluogo, di seguito elencate:
■ Autorizzazione sismica Art. 11 – LR 19/2008
■ Deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture Art. 13 – LR 19/2008
■ Varianti sostanziali ad autorizzazione sismica
■ Varianti sostanziali a deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture
■ Comunicazione di proroga di validità dell’autorizzazione sismica
■ Comunicazione di proroga di validità del deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture.

Chi deve versare il rimborso forfettario

Tutti i soggetti committenti sono tenuti al versamento del rimborso forfettario.

Come si calcola l’importo da versare

Gli importi da versare e le modalità di calcolo sono state definite dalla Regione Emilia Romagna nell’allegato 2 della DGR 1934/2018

Modalità di versamento per committenti privati

I soggetti privati (persone fisiche e/o giuridiche) devono effettuare il versamento tramite pagoPA, collegandosi a
https://pagamenti.provincia.re.it/PagamentiOnLine/pagamentiSpontanei/openServizioSpontaneo/1

(CLICCA QUI PER LE ISTRUZIONI OPERATIVE)

Modalità di versamento per committenti pubblici

Gli enti pubblici devono effettuare il versamento ESCLUSIVAMENTE sul c/c di Tesoreria presso Banca d’Italia: codice ente 60412
indicando nella causale di versamento:
■ “Struttura sismica”
■ “Nome e Cognome del Committente / Nominativo intestazione della ditta”
■ “Indirizzo del sito di intervento” (almeno il Comune)

Altre modalità di versamento (sconsigliate)

Pur essendo fortemente sconsigliate, si accettano ugualmente pagamenti con le seguenti modalità:
■ Bonifico ORDINARIO (NO RISTRUTTURAZIONE) sul C/C IBAN IT37D0103012802000004881068
■ Versamento sul C/C/P 10912426 IBAN IT08E0760112800000010912426

indicando nella causale di versamento:
■ “Struttura sismica”
■ “Nome e Cognome del Committente / Nominativo intestazione della ditta”
■ “Indirizzo del sito di intervento” (almeno il Comune)

Note

■ NON utilizzare il vecchio codice Iban (IT60D0200812800000040469944), non più in uso dall’Ente Provinciale.
■ Nel caso di erroneo versamento il rilascio di Autorizzazione Sismica, ovvero la conclusione del controllo del deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture, non avverrà fino al corretto pagamento del rimborso.
■ La definizione del Rimborso Forfettario deve essere indicata sui moduli d’Istanza di Autorizzazione (MUR A.2) e Deposito del progetto strutturale (MUR D.2), nell’ultima versione aggiornata (Settembre 2019).
■ L’importo indicato nella preposta tabella deve coincidere con la ricevuta del bonifico (da allegare alla pratica sismica).
■ Qualora la pratica sismica presentata sia caratterizzata da una pluralità di Unità Strutturali (US) differenti tra loro, la corresponsione del Rimborso Forfettario è dovuta per ciascuna delle US facente parte della pratica.
■ Soltanto nel caso di perfetta identità tra diverse US è possibile corrispondere un unico Rimborso Forfettario.

Pubblicato: 04 Marzo 2021Ultima modifica: 17 Marzo 2021